“Abbassa la recinzione”, ma lui per vendetta inscena un’orgia in giardino

Una gang bang nel giardino di casa, in bella vista per ognuno che passasse per strada in quel momento. Solo che non era un'orgia ma solo un gruppo di manichini "nudi" messi ad arte.

Una gang bang nel giardino di casa, in bella vista per ognuno che passasse per strada in quel momento. Solo che non era un’orgia ma solo un gruppo di manichini “nudi” messi ad arte e per vendetta da un cittadino statunitense contro il municipio che gli aveva chiesto di abbassare la sua recinzione.

La recinzione troppo alta

L’uomo, il californiano Jason Windus, aveva costruito una recinzione alta circa sei piedi intorno al suo giardino, elemento questo che nelle abitazioni della middle class a trazione Usa non manca praticamente mai. Aveva alzato quella staccionata più alta del solito e più larga in quanto a spazi per consentire ai suoi due cani di grossa taglia di scorrazzare liberi, ma i funzionari della municipalità di Santa Rosa gli avevano ingiunto di accorciare quel recinto come da legge.

La recinzione infatti era così alta che – racconta Press Democrat – bloccava la visibilità di un incrocio stradale subito successivo all’angolo dell’abitazione. Roba da lite bonaria fra cittadino e istituzione insomma. L’uomo aveva alla fine capitolato, dietro minaccia di una pesantissima multa, una da 9000 dollari per ogni giorno di inottemperanza, ma i solerti funzionari comunali non avevano fatto i conti con la sua fantasia e la sua tigna, elementi che a metterli in coppia fanno sempre faville.

La vendetta

Windus non ci era stato e, dopo aver abbassato la recinzione, aveva inscenato la sua vendetta: raccolti oltre venti vecchi manichini molto realistici in disuso, nudi come “mamma” li avrebbe fatti se fossero stati uomini, li aveva piazzati in giardino in pose talmente aggrovigliate e inequivocabili che, con la complicità della nuova recinzione bassa, quello che i passanti vendevano sembrava una schermata di Youporn.

In più, dato che pare che l’uomo avesse un vicino (è un classico) con cui da tempo guerreggiava, aveva anche piazzato un cartello con su la scritta “Dà un’occhiata e riferisci ai tuoi amici del Municipio, imbecille” (il termine in realtà era un altro). Intervistato da KPIX, Windus ha seraficamente risposto: “Vogliono che io abbassi la mia recinzione? Bene, allo si godano lo spettacolo”. E di spettacolo si è trattato davvero, con oltre 100 persone che già sono arrivate sul posto a scattare foto. Genio assoluto.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.