Resurrezione in diretta: prete sudafricano ammette l’imbroglio

Ressurrezione live per mano del prete Alph Lukaku, ma è tutta una messinscena, e il prete si scusa: "Mi spiace per la falsa rappresentazione dei fatti"

Foto del falso miracolo (dal video)
Ressurrezione live per mano del prete Alph Lukaku, ma è tutta una messinscena

Tutta una messa in scena, nessuna resurrezione live ma solo una scenografia che risponderebbe a più alti intenti. Quali lo sa solo lui, Alph Lukaku, il controverso prete e guaritore sudafricano che nei giorni scorsi aveva presieduto la resurrezione di un uomo dall’interno della sua bara, poi sparate in rete per tutto il pianeta da un suo seguace.

La confessione

La confessione del pastore era arrivata sulle pagine di Nairobi News, mentre l’uomo si rivolgeva ai membri della sua chiesa dell’Alleluja. Al centro di quelle “precisazioni”, ad onor del vero abbastanza imbarazzate, il video che un suo accolito aveva girato: nel frame si vedeva un uomo, indicato come morto e prelevato da un obitorio alla bisogna, che dall’interno di una bara all’improvviso si ergeva e sgranando gli occhi dava l’impressione di essere tornato dal mondo dei morti grazie allo “sforzo di fede” del prete “psicopompo”, capace cioè di essere una sorta di tramite fra il mondo dei vivi e quello dei trapassati.

Il video diffuso online

Una furfanteria pazzesca insomma che però aveva avuto l’impunito suggello iniziale del “miracolo”. Il guaio è che quel video, destinato ad un circuito di fedeli della sola chiesa e in un certo senso già “instradati” sulle uscite di brocca di congrega e caporione, era stato diffuso on line. A quel punto attacchi, ironia e risate non avevano tardato, anche perché nel video la recitazione non era delle migliori. “Quando parliamo di miracoli – ha detto Lukaku nel corso del suo mea culpa in un programma tv chiamato ‘Il Teste Oculare’parliamo di qualcosa che va oltre la razionalità e quello che accettiamo come regola”.

Le scuse

Se abbia ammesso di aver tentato la furbata o se abbia proclamato che ci sono vie che il volgo arido non conosce questo lo sa solo lui. Poi l’ammissione: “Prima che io entrassi in chiesa la bara aveva cominciato a tremare, quindi la persona era viva. Mi spiace per la falsa rappresentazione dei fatti, l’uomo non era morto e non era mai stato nell’obitorio, come avevamo detto in precedenza”.

[su_youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=B8NxR111rUM”]

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.