Videogiochi, nasce “Rape day”, il gioco che incita allo stupro

Nasce il videogioco "Rape day", che incita allo stupro e al femminicidio. Il gioco è stato ritirato dal mercato, dopo una permamanenza negli store online di un mese.

Rape Day, foto da Twitter
Nasce il videogioco che incita allo stupro e al femminicidio

La piattaforma per videogiochi Steam e la società madre Valve ritirano dai loro store on line Rape Day, un videogioco che ha come temi centrali lo stupro, la molestia e il femminicidio. Quel game aveva mantenuto la sua orripilante presenza nei punti vendita on line per oltre un mese, malgrado le proteste di numerosissimi utenti del web da tutto il mondo e quelle di associazioni specialistiche.

“Rape Day”

Rape Day è una visual novel, una storia visiva che incentrato tutto sulla possibilità, per i giocatori, di effettuare vere e proprie molestie sessuali contro donne e di aggredirle secondo canoni qualificati da un glossario contenuto in memoria che è agghiacciante: 7000 parole dal significato inequivocabile: necrofilia, stupro, sesso non consensuale, incesto e linguaggio osceno. Diversi gradi dell’orrore che, a livello di story board, sono qualificati da più di 500 immagini che definire esplicite è poco.

Ritirato dal commercio

Il videogame sarebbe dovuto entrare  a gamba tesa sul mercato fra un mese, ad aprile 2019, ma la società di distribuzione ha (finalmente e tardivamente) ritirato il prodotto dal commercio. La presenza di quel videogioco era stata notata da moltissimi utenti del web e, via via che la caratteristiche dello stesso emergevano a seguito di accurate descrizioni, l’indignazione planetaria era montata. Lo scandalo di Rape Day è solo l’ultimo dopo quello del game che, un anno fa, aveva di fatto messo in mano agli adolescenti di tutto il mondo un vero e proprio simulatore di stragi scolastiche. Il nome era tutto un programma: “Active Shooter”.

“Applausi agli sviluppatori”

Il distributore è ora al centro di una vera bufera mediatica che è passata soprattutto per le community specializzate. Un esempio delle novel contenute in alcuni step introduttivi del gioco? “Potete infastidire, uccidere e stuprare le donne mentre continuate la vostra storia. E’ un mondo pericoloso senza leggi. Gli zombies si divertono a divorare la carne delle donne e a violentarle brutalmente. Tu sei lo stupratore più pericoloso della città”. Applausi agli sviluppatori.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.