Poliziotto insegue ladro e supera i limiti di velocità: condannato a un anno

Un agente di polizia svizzero è stato condannato a un anno (pena sospesa) per aver superato i limiti di velocità mentre era all'inseguimento di alcuni sospetti ladri.

Polizia
Un'auto è caduta dal viadotto della Magliana a Roma, questa notte intorno alle 4.20.

Certe cose posso accadere solo in Svizzera, dove forse il rispetto per le regole raggiunge limiti ossessivi. Sarà d’accordo l’agente di Polizia svizzero che, nel 2017, inseguendo dei sospetti ladri, ha superato i limiti di velocità consentiti. Per questo è stato condannato a un anno (pena sospesa).

Annunciato ricorso

La punizione, severa, arriva dal tribunale di Ginevra. Durante l’inseguimento con la sua auto di servizio è sfrecciato alla velocità di 126 chilometri orari. Nella zona il limite di velocità limite era fissato a 50 chilometri orari.

L’avvocato dell’agente, riporta l’agenzia Keystone-SDA, ha annunciato il ricorso il appello. Eppure i giudici non vogliono sentire ragioni. L’inseguimento non giustificava per il il superamento dei limiti di velocità. L’agente stava solo tentando di catturare dei ladri e non c’erano vite in pericolo da difendere.

Non il primo caso

Non è il primo caso in cui i tribunali svizzeri mettono “un freno” agli inseguimenti della polizia. La corte suprema del Paese recentemente ha confermato la condanna di un altro agente di polizia di Ginevra per un fatto simile. Il tribunale, in quell’occasione, ha sostenuto che la polizia non deve mettere a rischio le vite dei cittadini durante gli inseguimenti.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.