Famiglia sterminata in un rito satanico

Un suicidio-omicidio che ha fatto scalpore all'interno di una comunità di soli ottomila abitanti. Una vicenda collegata a un rito satanico.

Rito satanico in America

Un rito satanico di omicidio-suicidio collettivo, legato a un culto che circola su Internet, ha messo la parola fine a una famiglia americana. Shane Decree, donna di 45 anni, insieme alla figlia Dominique (19) sono state accusate per la morte dei loro parenti a Morisville, un borgo di ottomila abitanti situato nella Pennsylvania.

Coinvolte nel rito satanico anche delle bambine

Rito satanico  in America, due persone arrestate
Le due persone arrestate

Nessuno dava segni di vita nel momento in cui l’assistente sociale ha deciso di recarsi presso la dimora della famiglia. Alle prime ore di lunedì, le forze dell’ordine sono entrate nella dimora trovandosi, davanti ai propri occhi, l’irrimediabile. I corpi dei figli Shana, Naa’Irah (25 anni) e Damon Jr. di 13 anni sono stati ritrovati nella casa. Ma non è finita qui perché nella casa sono stati rinvenuti i cadaveri della sorella della donna, Jamilla (42 anni) con le sue gemelline di 9 Imani ed Erika.

«Erano finiti in qualche storia di culti religiosi – ha raccontato un parente delle vittime – e hanno voluto metterci dentro anche i bambini». 

La morte, secondo i rilievi effettuati, sarebbe sopraggiunta nella notte tra sabato e domenica.

La Polizia indaga

La Polizia ha incriminato Shana e Dominique per i cinque omicidi con l’aggravante delle premeditazione. Non è stata attualmente fissata una cauzione vista la gravità delle accuse.

«Stiamo cercando di capire se si sia trattato di un rito collettivo e soprattutto i motivi. ha spiegato il capo della polizia di Morrisville, George McClay. Di certo – ha spiegato – i ragazzi non potevano essere consenzienti: di sicuro non lo erano le due bambine di 9 anni».

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.