Virginia Raggi: “A Roma gli alberi cadono perché piantati durante il fascismo”

Virginia Raggi parla degli alberi caduti a Roma durante il maltempo. "Gli alberi di Roma cadono perché risalenti all'epoca del Fascismo".

Virginia Raggi e l'indiscrezione lanciata da l'Espresso
Virginia Raggi e l'indiscrezione lanciata da l'Espresso

Virginia Raggi parla degli alberi caduti a Roma durante il maltempo. “Gli alberi di Roma cadono perché risalenti all’epoca del Fascismo”. Questa la spiegazione del Sindaco Virginia Raggi alla “strage” di piante avvenuta negli scorsi giorni. Forse però la Raggi ha dimenticato che esistono anche alberi secolari.

“Serve un piano straordinario per l’abbattimento di tutti gli alberi malati e arrivati a fine vita a Roma”, scrive il primo cittadino. “Sono piante per le quali non c’è alcun rimedio e per le quali non basta la manutenzione. Questi alberi li potremo sostituire piantandone altri, giovani e sani, al loro posto. Molti degli esemplari caduti hanno circa 90 anni: sono stati piantati durante il regime fascista e ora sono giunti al termine della loro esistenza. Si tratta di piante per le quali non bastano le cure ordinarie”.

Cambierà il paesaggio di Roma

Il Sindaco poi ha aggiunto: “Inevitabilmente, cambierà anche il paesaggio di Roma. I pini secolari fanno parte del panorama di Roma ma così non si può andare avanti. Per fare la manutenzione dei 330mila alberi presenti a Roma servono fondi e, soprattutto, la possibilità di recuperare i ritardi dovuti ai decenni in cui troppo poco è stato fatto”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.