Venezuela news, avvelenato leader dell’opposizione

Ultime news dal Venezuela. Cresce la tensione per un misterioso avvelenamento di un deputato dell'opposizione e la morte del suo assistente.

Juan Guaidó
Il leader dell'opposizione del Venezuela Juan Guaidó

Ultime news dal Venezuela. Cresce la tensione per un misterioso avvelenamento di un deputato dell’opposizione e la morte del suo assistente. Il Paese si trova adesso in un braccio di ferro per fare entrare gli aiuti umanitari oltre confine. Freddy Superlano è stato ricoverato nella serata di sabato dopo aver mangiato in un ristorante della città colombiana di Cucuta. Adesso si trova in gravi condizioni, mentre il suo assistente, che ha cenato con lui, è morto.

La denuncia è arrivata su Twitter. Il loro partito Voluntad Popular ha detto chiaro e tondo che i due sarebbero strati avvelenati con la ‘burudanga’, ovvero la scopolomina, un alcaloide allucinogeno noto anche come ‘Respiro del diavolo’.

Respiro del diavolo

La sostanza è incolore e inodore. Può essere sciolta in acqua e viene anche usata in Sudamerica per stupri e rapine. Provoca alterazioni di coscienza, allucinazioni e amnesie. E può anche causare la morte se presa in forti dosi. “Aspettiamo le indagini della autorità colombiane per chiarire i fatti” si legge in una nota diffusa via Twitter da ‘Voluntad Popular’, lo stesso partito dell’autoproclamato presidente venezuelano Juan Guadò.

L’avvelenamento è avvenuto a Cucuta, città di frontiera colombiana, dove i dimostranti a favore di Guaidò hanno più volte tentato di far entrare in Venezuela camion carichi di aiuti umanitari. Il regime di Nicolas Maduro ha schierato le forze dell’ordine al confine, che hanno caricato la folla e incendiato i camion.

La Farnesina

“Il Ministro degli Esteri Enzo Moavero esprime il più sentito cordoglio ai famigliari delle vittime delle violenze alla frontiera del Venezuela. Insieme agli altri Stati Ue, l’Italia chiede cessazione violenze e immediata distribuzione aiuti umanitari alla popolazione venezuelana” si legge in un tweet della Farnesina.

Giuseppe Conte

“Insieme agli altri Paesi dell’Ue, condanniamo i tentativi di ostacolare l’ingresso di aiuti umanitari per il popolo venezuelano e di reprimere con violenza il dissenso e le pacifiche manifestazioni di protesta – comunica invece su Twitter il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte -. Vogliamo presto nuove elezioni presidenziali: libere e democratiche”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.