Nigeria verso il voto, ecco i due candidati alla Presidenza

Nigeria verso il voto, in lizza i due sfidanti, il generale 76enne Muhammadu Buhari e il il magnate 72enne Atiku Abubakar.

I due candidati alla Presidenza della Nigeria
I due candidati alla Presidenza della Nigeria

La Nigeria verso il voto, con oltre 70 candidati in lizza e due fra loro che si giocheranno la partita a suon di demagogia e raffiche di mitra. La campagna presidenziale ha visto il suo start sabato, con gli schieramenti forti già ben delineati attorno alle due figure carismatiche dello stato più popoloso d’Africa e, al contempo, più controverso, uno stato che in Italia foraggia male organizzate che ormai non hanno nulla da invidiare, in quanto a carnet criminale, alle mafie nostrane.

A scontrarsi saranno dunque, fra i calibri di peso assoluto, il Presidente Muhammadu Buhari e un ex Vicepresidente con smanie da Piazza Affari, Atiku Abubakar. Nessuno degli altri candidati gode di sponsorizzazioni forti dei grandi (e illegali) patrimoni nazionali e perciò – conferma Reuters – sono di fatto fuori o in lizza per foraggiare le istanze dei due grandi, magari a suon di bustarelle e petrol dollari.

Gli sfidanti in lizza


Muhammadu Buhari

Muhammadu Buhari è un generale 76enne, autore del golpe che nel 2015 aveva spodestato il suo predecessore. Il suo partito è l’All Progressives Congress (APC), con il quale l’ufficialone trucido cerca il bis in una corsa al potere che complessivamente lo ha visto in lizza cinque volte. E’ musulmano della zona di Daura, stato di Katsina, è un militare di carriera che dosa Corano e mortai. Nel 1983 si era anche tolto il lusso di una dittatura che aveva partorito perle come le frustate a coloro che facevano i furbi nel fare la coda alle fermate degli autobus. Due anni dopo un golpe gemello gli diede il benservito. Buhari era però rimasto nel cuore degli apologeti di una Nigeria “dura e pura” ed era restato in sella perciò anche dopo la transizione democratica del paese nel 1999.

“Baba Go Slow”

Come tutti i tiranni popular, Buhari si era schierato contro i matti di Boko Aram e l’arretratezza economica di un paese ricco ma corrottissimo, ma quel nome di battaglia gli era rimasto: “Baba Go Slow”, Padre va Piano, per la lentezza inesorabile con cui tenne il governo in occasione delle grande crisi dovuta all’abbassamento dei prezzi del petrolio. Allora per fare un governo e nominare i ministri ci mise sei mesi. Buhari pare sia controllato da una élite politica e magicheggiante chiamata “La Cabala”. Frugale e onesto per i suoi ammiratori, obsoleto e incurante del diritto per i detrattori.

Atiku Abubakar


Atiku Abubakar

Contro lui un vero tycoon, il magnate Atiku Abubakar. Ha 72 anni e milita nel PDP, figlio della primavera nigeriana del ’99, primavera a trazione liberista e sguaiata, a dire il vero. E’ stato vicepreseidente del leader democratico ed ex capo di stato militare, Olusegun Obasanjo. Anche Atiku è musulmano del nord, dello stato di Adamawa; ex doganiere di alto bordo, poi imprenditore spregiudicatissimo ne settore portuale e petrolifero. Nel 2015 prese una scoppola maiuscola proprio dal suo avversario di oggi Buhari e, ancora incerottato, decise di sostenerlo, finanziando le sue campagne elettorali e mettendogli a disposizione un jet privato e spioni patentati che secondo alcuni avrebbero carpito i segreti su cui si baserà la campagna elettorale appena iniziata.

Partner petrolifero Usa

Su di lui gravano accuse plurime di corruzione e giudizi che lo vorrebbero assolutamente indifferente alla povertà che dilaga nel Paese. Atiku aveva anche cercato una benedizione politica negli Usa, che però gli avevano negato il visto, salvo poi derogare da quel no, sia pur temporaneamente, la settimana scorsa. Atiku infatti potrebbe essere un partner petrolifero importante, per lo Zio Sam: è occidentaleggiante nei modi e capitalista negli intenti. Di lui, gli estimatori dicono che è pratico e competente, i detrattori che è maniaco, ladro e senza alcuna bussola morale.

Signori prego, al centro del ring.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.