Villaggio assediati degli orsi polari: “Colpa del riscaldamento globale”

Gli abitanti costretti a rimanere in casa. Dichiarato lo stato di emergenza che potrebbe portare all'abbattimento dei mammiferi anche se appartengo a una specie protetta.

Città invasa dagli orsi polari
Città invasa dagli orsi polari

Un villaggio in Russia è assediato dagli orsi polari. Gli amministratori locali hanno approvato lo stato di emergenza. Secondo loro
l’arrivo dei mammiferi fin nei centri abitati è dovuto allo scioglimento della banchisa artica.

L’allarme giunge da Belushya Guba, la cittadina principale di Novaja Zemlja, nell’estremo nord del Paese. Secondo il Sindaco Vigansha Musin, negli ultimi giorni sono stati individuati 52 orsi. Una decina di essi sarebbero diventati “residenti”.

“La gente è spaventata e ha paura di uscire di casa” ha dichiarato il vice-sindaco Alexander Minayev: “I genitori non lasciano andare i figli a scuola”. Secondo la stampa russa, con lo stato di emergenza gli amministratori potrebbero adottare misure drastiche. Tra queste si valuta l’ipotesi di abbattere gli orsi polari, anche se sono specie a rischio estinzione.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.