Conte in visita in Medio Oriente: anche lui indossa la divisa

Durante la visita si è tirato addosso anche lui qualche polemica a causa della divisa Task Force Air che indossava.

Giuseppe Conte
Giuseppe Conte

Giuseppe Conte, per la terza volta in 3 mesi, è volato fino in Medio Oriente. Il Premier visiterà nell’ordine Kuwait, Iraq e Libano. Ieri sera, martedì 5 gennaio, la prima tappa in Kuwait. In questa occasione si è tirato addosso anche lui qualche polemica a causa della divisa Task Force Air che indossava.

“Con le donne e gli uomini della Task Force Air, il nostro contingente in Kuwait. Fiero e onorato di averli incontrati e di avere portato loro il pensiero riconoscente del Governo italiano e della nazione intera” , ha scritto Conte sul suo profilo Instagram.

Il viaggio in medio oriente

L’Italia e il Kuwait hanno un ottimo rapporto diplomatico. Il nostro paese mantiene una task force aerea che fa parte della missione militare in appoggio all’esercito iracheno per combattere l’Isis. Con il Kuwait l’Italia ha ottimi rapporti anche (e soprattutto) nel settore energetico e in quello militare. Il Kuwait ha acquistato per esempio il caccia intercettore “Efa” dal consorzio internazionale a cui partecipa Leonardo grazie al lavoro dell’Aeronautica italiana. Noi, inoltre, addestriamo anche i piloti dell’emirato.

A Bagdad

A Bagdad, invece, il Premier Conte ha incontrato il presidente iracheno, il Primo Ministro e il Presidente della Camera. L’Italia mantiene ancora un drappello di soldati a protezione della diga di Mosul.

I militari potrebbero presto però essere ritirati. Ormai la minaccia di un attacco alla diga da formazioni del Califfato si è affievolita. Il gruppo terroristico è stato infatti ridimensionato in tutto il Paese.

Libano

Questa sera Conte si sposterà in Libano. A Beirut il presidente del Consiglio arriva a una settimana dalla formazione del nuovo governo e in una situazione scintillante. Per ben 9 mesi i partiti libanesi non erano riusciti a concludere un accordo. Inoltre ci sono stati eventi molto gravi come il “sequestro” del Primo Ministro sunnita Saad Hariri da parte del suo grande alleato, l’Arabia Saudita del principe ereditario Mohammed Bin Salman.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.