Ritrovata fossa comune a Raqqa: 600 corpi rinvenuti in Siria

Durante gli scontri tra forze curdo-siriane e l'Isis sono morti altri civili. Nel frattempo a Raqqa è stata trovata una fossa comune.

Ragazze vittime dell'Isis (foto di repertorio)

Sono stati riesumati da una fossa comune a Raqqa circa 600 corpi senza vita. Nel nord della Siria, in quella che per tre anni è stata la capitale dell’Isis, sono emersi centinaia di vittime nascoste sotto cumuli di terra. A riferire del ritrovamento dei cadaveri il consiglio locale della città. Allo stato attuale essa è controllata dalle forze curdo-siriane e dalla coalizione statunitense.

Il caso del prete Paolo Dall’Oglio

Il prete gesuita Paolo Dall’Oglio, scomparso a Raqqa nel luglio 2013, potrebbe essere stato catturato dall’Isis, già presente in città durante quel periodo. Da allora in poi nessuna notizia certa sulla sorte di Padre Paolo. Dagli anni ottanta il sacerdote vive in Siria dedicando la propria vita al dialogo all’interno del Paese.

Uccisi civili, scoperta una fossa comune

Nel frattempo un raid aereo è costato la vita ad almeno venti civili tra cui donne e bimbi. L’evento è stato attribuito alla coalizione anti-Isis, sponda Stati Uniti, nella zona della Siria sud-orientale. A riferire l’accaduto fonti del posto oltre all’agenzia governativa Sana.

Stando a quanto da loro dichiarato, le vittime erano civili in fuga nei pressi del confine tra l’Eufrate e la zona dell’Iraq in mano all’Isis. Le bombe hanno colpito un convoglio di mezzi sui quali stavano viaggiando famiglie provenienti dalla zona di Baghuz. In questo luogo sono frequenti gli scontri tra Isis e forze curdo-siriane supportate dagli Stati Uniti.

Minacce della Siria contro Israele

Oggi la Siria ha fatto sapere che potrebbe rispondere all’attacco israeliano avvenuto all’aeroporto di Damasco. Ciò potrebbe verificarsi per mezzo di un attacco indicato come simmetrico allo scalo di Tel Aviv.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.