Carabinieri italiani fermati a Gaza: si sblocca la vicenda per il rilascio

Si è risolta la questione dei carabinieri italiani che si erano rifugiati nella sede dell'Onu a Gaza. A riferirlo è il Jerusalem Post.

Carabinieri italiani fermata a Gaza
La vicenda si è sbloccata da poche ore

Si è risolta la vicenda dei Carabinieri italiani che si sono rifugiati nella sede dell’Onu a Gaza. A riferirlo è il Jerusalem Post. Secondo quanto appreso ieri, i militari si erano rifugiati nell’agenzia dell’Onu UNRWA. Hamas, in un primo momento, ha ipotizzato che i civili italiani fossero in realtà dei militari israeliani. Dopo averne accertato l’identità i tre sono stati liberati.

Carabinieri giunti a Gaza con uno scopo ben preciso

Facevano parte di un team di diplomatici che si trovava a Gaza per esaminare alcune misure di sicurezza. L’intenzione era quella di valutare una futura visita, nella zona della Striscia, da parte dell’ambasciatore italiano in Israele. Stando a quanto riferito da Hamas, i tre Carabinieri si erano rifiutati nel fermarsi durante un posto di blocco consegnando anche le armi in loro possesso. Da questo episodio ne era nato un inseguimento culminato con l’assedio, da parte dei miliziani di Hamas, della sede dell’UNRWA. Nonostante le rassicurazioni, in merito all’identità dei carabinieri, si è creduto che si trattasse in realtà di agenti d’Israele con passaporto italiano.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.