Bimbo caduto nel pozzo in Spagna, si scava un tunnel per raggiungerlo

Corsa contro il tempo per salvare Yulen il bimbo di due anni precipitato domenica in un pozzo a Totatlan, vicino a Malaga. Ora si cerca di scavare un tunnel per raggiungerlo.

la Guardia Civil coordina le operazioni
La Guardia Civil coordina le operazioni per scavare il tunnel e raggiungere il bimbo caduto nel pozzo.

È una corsa contro il tempo quella per salvare il piccolo Yulen.  Il bambino di due anni è intrappolato da domenica nel pozzo a Totatlán, vicino a Malaga. Ora i tecnici hanno cominciato a scavare un tunnel orizzontale per arrivare al condotto dov’è precipitato Yulen. Questo è quanto confermato da Marta Gamez, viceprefetto di Malaga. I soccorritori hanno passato la notte tentando invano di estrarre il terreno franato alla profondità di circa ottanta metri, nel pozzo profondo 110 metri.

La sonda robot che è stata mandata nel pozzo con le telecamere è stata infatti bloccata dal “tappo”  di materiale terroso. Solo 60 centimetri di detriti, terra e pietre sono stati estratti. La Guardia Civile, che coordina le operazioni, ha avviato quindi un piano alternativo. Marta Gamez ha spiegato ai media che “da questa mattina alle 7 si sta lavorando per scavare un foro laterale e orizzontale, della lunghezza fra 50 e 80 metri, che arrivi all’altezza del pozzo dove crediamo sia Yulen”. E ha spiegato che questo “è il metodo più sicuro”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.