Italiano morto in Siria: stava combattendo contro l’Isis al fianco delle milizie curde

Giovanni Francesco Asperti è deceduto in Siria per combattere l'Isis. Fonti della Farnesina confermano l'uccisione dell'uomo originario di Bergamo.

Giovanni Francesco Asperti morto per combattere l'Isis
Giovanni Francesco Asperti era andato in Siria per combattere l'Isis

Un uomo italiano, Giovanni Francesco Asperti, impegnato in Siria nella lotta contro lo Stato islamico, è morto. Ad annunciarlo le milizie curde dell’Ypg, le Unità di Protezione Popolare. Asperti, conosciuto con il nome di battaglia di “Hiwa Bosco” e originario di Bergamo, è deceduto lo scorso 7 dicembre a Derik nel corso di uno «sfortunato incidente, mentre compiva il suo dovere». In una nota su Facebook l’Ypg lo descrive come «uno delle centinaia di rivoluzionari che si erano uniti alle milizie curde nella lotta contro l’Isis nel Kurdistan siriano e nel nord della Siria». Con l’uomo è deceduto anche un altro combattente: si tratta di Baqir Nahsan.

Asperti e la lotta contro l’Isis

Alcune fonti della Farnesina hanno confermato la notizia inerente all’uccisione di Asperti. Il Consolato italiano sta seguendo il caso con il supporto del Ministero degli Esteri. Gli organi competenti sono in contatto con i familiari per prestare assistenza.
Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.