Incendio fatale in una escape room: muoiono cinque ragazze in Polonia

Il rogo in una escape room ha provocato la morte di cinque ragazze. La tragedia si è consumata in Polonia: grave un giovane.

Ragazze uccise per un incendio in una escape roome
Cinque minorenni sono morte in una escape room in Polonia

Sono morte in Polonia cinque amiche 15enni a causa di un incendio generato all’interno di una escape room. Un ragazzo, invece, è rimasto gravemente ustionato. A riferire la notizia il Ministro dell’Interno Joachim Brudzinski. Si tratta di una tipologia di attrazione a tema al cui interno i concorrenti devono risolvere rompicapi e indovinelli. L’obiettivo è quello di  riuscire ad andare via dal luogo chiuso. La tragedia si è verificata a Koszalin, nel nord del Paese.

Incendio fatale per cinque ragazzine

I corpi delle ragazzine sono stati trovati dai vigili del fuoco dopo l’intervento per spegnere le fiamme. Quest’ultime sono scoppiate per motivi non ancora chiariti. La portavoce della Polizia di Koszalin, Monika Kosiec, ha dichiarato che le ragazze erano giunte nella “escape room” per festeggiare il compleanno di una di loro. Non è stata ancora accertata quale relazione vi fosse con il giovane di 25 anni. Il testimone, al momento, non è stato ascoltato viste le gravi condizioni di salute in cui versa.

Controlli a tappeto sulle “escape room” in Polonia

Stando a quanto dichiarato dall’agenzia di Stato polacca Pap, sarebbero morte per asfissia da monossido di carbonio. Il Ministro Brudzinski ha ordinato di dare vita a una serie di controlli, in riferimento alle “escape room”, su tutto il territorio polacco. Per il Presidente Andrezj si tratta di «una tragedia devastante». Proclamato, nel frattempo, una giornata di lutto cittadino in programma domani. La decisione è stata presa dal Sindaco di Koszalin Piotr Jedlinski.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.