Terremoto magnitudo 7,2 nelle Filippine: allarme tsunami rientrato

Una forte scossa di terremoto ha avuto luogo nelle Filippine. Dopo un primo allarme per il rischio tsunami la situazione è tornata sotto controllo.

Terremoto nelle Filippine
Le Filippine sono state colpite nella zona sud-est

Nelle Filippine torna la paura tsunami a causa del terremoto. Una scossa sismica, di magnitudo 7,1 della scala Richter, ha colpito la zona meridionale. Le autorità, in un primo momento, hanno diramato l’allarme invitando la popolazione nel tenersi lontana dalle coste. La situazione, dopo alcune ore, è rientrata nella norma. L’epicentro del sisma, stando a quanto dichiarato dall’Istituto di vulcanologia e sismologia di Manila, è stato localizzato a 162 chilometri a sud-est della municipalità di Governor Generoso. Si tratta di una zona situata nella provincia di Davao orientale. L’ipocentro, invece, è stato individuato a una profondità di 60 chilometri.

Terremoto, allerta tsunami rientrata

Tra le città colpite vi è Mindanao. L’allarme tsunami, dopo alcune ore, è rientrato. L’area dell’Oceano Pacifico colpita, e in particolare l’Indonesia, è ancora alle prese con una situazione di emergenza sotto vari punti di vista. Sanità, fame e sete hanno scosso nelle ultime settimane la zona, in particolar modo quella vicino al vulcano Krakatoa. L’area delle Filippine, essendo molto vasta ed esposta alle correnti del mare, è sotto controllo per eventuali rischi di tsunami. I sismologi, in questa ottica, lavoro per analizzare e studiare le sequenze dei terremoti.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.