Huawei e ZTE bandite dagli USA: al vaglio di Trump il decreto

Al vaglio la possibilità di chiudere le frontiere USA alle apparecchiature Huawei e ZTE perché "pericolose per la sicurezza nazionale".

Donald Trump
Donald Trump

Il Presidente americano Donald Trump sta valutando un decreto per bandire dagli Usa i prodotto Huawei e ZTE.  A riportare la notizia sarebbe il sito Reuters, secondo cui sarebbe al vaglio la possibilità di vietare alle società americane l’uso degli apparecchi prodotti dalle due compagnie cinesi. Si tratta di una prerogativa del Presidente degli Stati Uniti, quella di poter influire sul commercio per far fronte ad un’emergenza nazionale. Ma è una decisione che arriva in un momento delicato per quanto riguarda i rapporti commerciali tra le due potenze, poiché a breve dovrebbero iniziare i negoziati sulla questione dazi.

Secondo Washington, Huawei  e ZTE sarebbero agli ordini del governo cinese e i loro apparecchi potrebbero essere utilizzati per lo spionaggio negli USA. Per questo motivo, l’ordine esecutivo, che è al vaglio dell’amministrazione Tump da più di otto mesi, potrebbe raggiungere l’approvazione a gennaio. Secondo le fonti, le due aziende cinesi non saranno chiamate in causa direttamente, ma il decreto potrebbe comunque essere interpretato come un via libera per limitare la diffusione delle apparecchiature Huawei e ZTE, in quanto pericolose per la sicurezza nazionale.

Le risposte dalla Cina

Secondo quanto riporta Il Giornale, la Cina ha commentato le voci riguardanti il decreto al vaglio. E avrebbe fatto notare che “un certo Paese” avrebbe bisogno di presentare delle prove a sostegno delle preoccupazioni su possibili collegamenti delle due compagnie con l’intelligence di Pechino

 

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.