Charlie Hebdo: arrestata una delle menti che ha pianificato l’attentato

Si tratta di un jihadista francese, arrestato a Gibuti, che si pensa potesse avere avuto contatti con i fratelli Cherif e Said Kouachi, i due terroristi uccisi pochi giorni dopo la strage al giornale satirico.

Il ricordo dell'attentato al Charlie Hebdo
Il ricordo dell'attentato al Charlie Hebdo

Sono passati quasi quattro anni dall’attentato al Charlie Hebdo, che il 7 gennaio 2015 scosse la Francia e colse impreparato il mondo intero. Oggi, 21 dicembre 2018, si apprende che una delle menti che ha pianificato la strage al giornale satirico è stata arrestata. Lo ha riferito Radio France Info, citando fonti anonime. Un jihadista francese, ha riferito, è stato arrestato a Gibuti.

Si pensa che l’uomo trattenuto abbia avuto contatti con i fratelli Cherif e Said Kouachi. I due, islamisti radicali, hanno ucciso 12 persone nell’attentato al Charlie Hebdo, prima di essere uccisi pochi giorni dopo. Secondo il sito del settimanale ‘Marianne’, l’uomo, 36 anni, in fuga dal 2011, era uno dei terroristi più ricercati al mondo.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.