Pop Bari, Visco: “Io non ho niente da nascondere”

Ignazio Visco
Ignazio Visco, governatore della Banca d'Italia

Il Governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, è intervenuto in merito alla Popolare di Bari. “Abbiamo fatto il nostro dovere e vigilato rispettando le regole – ha iniziato il Governatore al Corriere della Sera -. Sono stati difesi correntisti e risparmiatori”. La Popolare di Bari “paga la mancata trasformazione in società per azioni”.

E ancora: “Bisogna esaminare individualmente le due attività: quella di vigilanza e quella di gestione e risoluzione delle crisi, che sono cose diverse. La vigilanza sulle banche ha svolto il suo compito, con il massimo impegno e io reputo positivamente. La scelta di porre in amministrazione straordinaria questa banca è il risultato, come sempre in questi casi, di un’attenta analisi, è un atto possibile in termini di legge solo dopo aver rilevato gravi perdite o carenze nei sistemi di governo societario. Ma la vigilanza non può intervenire nella conduzione della banca, che spetta agli amministratori scelti dagli azionisti”.

“La banca – conclude Visco – deve seguire delle regole, la vigilanza verifica che ciò effettivamente accada. Dal 2007 abbiamo posto in amministrazione straordinaria circa 80 intermediari: più della metà è tornata alla gestione ordinaria, per quelli liquidati o aggregati con altre banche, non vi sono state, nella generalità dei casi, perdite per depositanti e risparmiatori. La soluzione ordinata delle crisi bancarie, di per sé non semplice, è complicata dal nuovo approccio europeo in materia di gestione delle crisi e aiuti di Stato. Ma questo non ha niente a che fare con l’essere arbitro e giocatore”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.