Unicredit avvia il taglio del personale: chiusura per 500 filiali

Un grosso taglio del personale è stato deciso dai vertici di Unicredit. La stragrande maggioranza dei lavoratori si trova in Italia.

Unicredit annuncia taglio del personale
Unicredit annuncia taglio del personale (foto Youtube)

Il nuovo piano di Unicredit, che andrà in vigore a partire dal 2023, prevederà una decisa riduzione dei costi e una remunerazione dei soci con conseguente taglio del personale. Aumenterà la quota di capitale dal 20 al 40%. La stima è quella di raggiungere il 50% entro il 2023. Si tratta di una operazione di 8 miliardi di euro di cui 6 con soldi in contanti e altri 2 con il nuovo acquisto delle azioni. Previsto un taglio di circa 8mila posti di lavoro.

Unicredit cambia rotta, problemi per migliaia di lavoratori

Saranno di fatto tagliate 500 filiali per un totale di 8mila lavoratori. Il piano, precedente realizzato, ha portato allo stop per altri 14mila dipendenti. Essi hanno fatto fede, secondo l’AdnKronos, sulle cessioni degli asset come Fineco, Pekao e altri. I sindacati, intanto, hanno intavolato una trattativa. Problemi importanti in Italia con circa 6mila uscite. Le stime di ricavo parlano di 19,3 miliardi nel 2023 con una crescita annua dello 0,8%.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.