Scuola, 65 euro in più agli insegnanti. I sindacati: “È del tutto insufficiente”

Scuola. Bonus 65 euro per i prof.

Il Ministero dell’Istruzione può garantire 65 euro in più agli insegnanti per il rinnovo del contratto di lavoro dei docenti italiani in scadenza a fine anno. Sessantacinque euro lordi, che sono un aumento in busta paga di 35 euro mensili. Queste sono le risorse è al momento, secondo il ministro Lorenzo Fioramonti. I sindacati non ci stanno. Hanno bollato l’ipotesi come “del tutto insufficiente” e hanno detto che apriranno il negoziato “solo se ci saranno risorse per un incremento retributivo a tre cifre”.

65 euro in più in busta paga. Ipotesi “del tutto insufficiente”

65 euro in più agli insegnanti. “Per ora le risorse sono queste, sto lavorando per farle crescere”, afferma il titolare all’istruzione, che attende una sponda parlamentare. I sindacati non ci stanno e si mostrano indignati dalla proposta ministeriale. “Siamo all’ultimo stadio prima di alzare bandiera bianca”, dice Marcello Pacifico. “I dirigenti scolastici stanno accettando candidature spontanee di docenti privi del titolo specifico“, prosegue il segretario dell’ANIEF. I sindacati chiedono di abolire il bonus merito e la card docente, e di trasferirne i fondi direttamente nella busta paga dei prof.

Due posizioni inconciliabili, quindi? Se l’ipotesi resta quella dei 65 euro lordi in più in busta paga, la risposta è sì. Tuttavia, la viceministra Anna Ascani ricorda che la Legge di bilancio 2019 non sarà l’anno zero.Abbiamo trovato fondi per migliorare l’inclusione scolastica e dare sostegno agli studenti con disabilità”, le parole dell’Ascani su Facebook. Dichiarazioni che da un lato difendono l’operato del governo, dall’altro lasciano intendere che non ci sono margini per ingrossare le risorse del Miur in questa Finanziaria. Con cattedre ancora scoperte a novembre inoltrato e le risorse che scarseggiano, servirà un’impresa per trovare un punto in comune tra sindacato e ministero.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.