Ex Ilva, Mattarella: “Serve subito una soluzione”

Sergio Mattarella convoca al Quirinale Conte e spiega le sue preoccupazioni, ribadendo che serve una soluzione al più presto

Sergio Mattarella
Sergio Mattarella

Sergio Mattarella interviene sulla questione dell’ex Ilva, e dopo il flop dell’incontro di Conte con ArcelorMittal convoca il premier al Qurinale. E al Quirinale Conte ci va, e pronto a farsi carico delle preoccupazioni del capo dello Stato. Il quale si è detto “molto preoccupato” per le sorti dell’ex Ilva.

Il monito del Quirinale sull’ex Ilva

E anche sottolinea che non tocca a lui “dare indicazioni su come risolvere la questione”, la richiesta è esplicita: che il governo trovi in fretta una soluzione. La questione, per altro, non riguarda esclusivamente le sorti dell’ex Ilva, ma anche quelle dello stesso esecutivo, spaccato sulle misure da prendere per portare in porto la trattativa con ArcelorMittal. Perché il nodo dello scudo penale, per i grillini non si tocca, ma il Quirinale ha avvertito chiaramente: non si scherza con il fuoco. Anche perché, fonti dem confermano che “Se cade Conte si va a votare”, come riferisce Il Messaggero.

La priorità del governo

La priorità resta una, e cioè di garantire che lo stabilimento non chiuderà. Si valutano tutte le proposte, da quelle possibili fatte da ArcelorMittal, al commissariamento in caso la prima non andasse a buon fine, fino anche alla nazionalizzazione, come spiega Paola De Micheli. In ogni caso, le acciaierie che da sole valogono l’1,4% del Pil nazionale sono, con 20mila persone che in qualche modo ci lavorano, sono la priorità.