Tassa su cartine e filtri: azienda congela 140 assunzioni

Un'azienda del trevigiano ha dovuto congelare le assunzione previste per i prossimi tre anni a causa della tassa su cartine e filtri

Tassa su cartine e filtri (Ph. by Markus Spiske on unsplash)
Tassa su cartine e filtri (Ph. by Markus Spiske on unsplash)

La tassa su cartine e filtri comincia già a mostrare i primi effetti, e non sono positivi. Infatti la International Tobacco Agency, che ha sede a Carbonera, in provincia di Treviso, ha annunciato che se la bozza della manovra economica non sarà modificata, non potrà procedere alle annunciate 140 assunzioni previste per i prossimi 3 anni.

Le ricadute della tassa su cartine e filtri

A dare la notizia è l’amministratore delegato Marco Fabbrini, che è a capo di un’azienda con 280 dipendenti, con un ricavo di 50 milioni annui, di cui il 14% deriva solo dalla vendita delle cartine. All’azienda infatti, la tassa costerebbe 5,27 milioni di euro, derivanti dai 3,6 millesimi di euro che il governo intende applicare su ogni pezzo venduto.

La spiegazione dell’azienda

Così, Fabbrini spiega: “Non siamo contrari a misure per la riduzione del danno dovuto al consumo di tabacco ma un intervento di questo genere, se non accompagnato da un rafforzamento dei controlli sul parallelo mercato illegale, non farà altro che spostare i consumatori”. Sui quali, fa notare, “si riverserà il maggior peso fiscale, verso canali di vendita occulti, con ricadute sulla rete regolare che stimiamo fino al -50%“. Per questo, conclude il manager, “abbiamo scelto di congelare il piano di assunzioni, non essendovi più ragionevoli certezze rispetto alla crescita di fatturato prevista per il prossimo triennio”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.