Maxi taglio rimborsi 730: cosa è previsto nel decreto fiscale

L'Agenzia delle Entrate ha previsto alcune modifiche in merito ai controlli nell'ottica dei rimborsi 730: previsto un maxi-taglio.

Maxi taglio rimborsi 730
Maxi taglio rimborsi 730

Il decreto fiscale ha previsto una stretta sul maxi taglio dei rimborsi sul modello 730. Il provvedimento riguarderà qualcosa come 745mila contribuenti per un totale di 14,3 milioni annui. La somma, a partire dal 2020, sarà decurtata. Lo Stato, infatti, potrà scalare l’eventuale presenza riguardante le cartelle di pagamento notificate in precedenza. Un altro elemento della legge di Bilancio si rifà all’estensione delle imposte sulle compensazioni riguardanti i crediti d’imposta oltre i 5mila euro.

Maxi taglio rimborsi 730, di cosa si tratta e cosa prevede

Fattivamente l’Agenzia delle Entrate potrà verificare, mediante società di riscossione, se l’utente sia in regola. Nel caso in cui non dovessero esserci problemi, il contribuente sarà compensato con l’importo dei rimborsi previsto entro 60 giorni. Le cifre saranno rimborsate soltanto se superiori alla soglia dei 100 euro oppure se esse non riguardino un pagamento mediante rate. Il contribuente, onde evitare problemi, dovrà dare il via a un vero e proprio contraddittorio entro un mese (30 giorni).

Il maxi taglio dei rimborsi 730 ha una valenza economica di non poco conto. Le cifre, riferite al 2017, parlano di 12,5 miliardi e 14,3 milioni di persone interessate. Dai dati emersi si arriva a una media di 630 euro in meno per i contribuenti. Il sistema di controllo, mediante Agenzia delle Entrate, ha ridotto il volume delle compensazioni riguardanti l’Iva (-17%). La soglia di dichiarazione è stata posta a 5mila euro. Lo Stato, a partire dal prossimo anno, beneficerà di 1,1 miliardi di euro nel 2020 e quasi 880 milioni nel 2021.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.