Governo: adesso è scontro proprio sull’Iva, che tutti volevano salvare

Sale la tensione nel Governo dopo le dichiarazioni del ministro dell'Economia Roberto Gualtieri. Al centro delle polemiche c'è ancora l'Iva.

Ma cosa succede al Governo ?
Ma cosa succede al Governo ?

Sale la tensione nel Governo dopo le dichiarazioni del ministro dell’Economia Roberto Gualtieri a ‘In mezz’ora in più’, su Rai 3. Al centro dell’attenzione e delle polemiche c’è ancora l’Iva. “Stiamo lavorando a varie opzioni – ha iniziato Gualitieri -. Leggo sui giornali pezzi che combinano vari elementi. Esistono varie ipotesi allo studio. Non faremo una manovra restrittiva nonostante la richiesta dell’Europa che diceva di ridurre dello 0,6 il deficit strutturale”.

Governo: scontro sull’Iva

Parole alle quali ha replicato il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio: “L’Iva non può aumentare. Né nell’aliquota minima, né nell’intermedia, né in quelle più alte”. Luigi Marattin ribadisce invece che “Italia Viva ha fatto nascere questo governo anche per evitare l’aumento dell’Iva. Non c’è nessuna ragione per aumentarla adesso. E lo dimostreremo numeri alla mano”.

Gualtieri, a Rai3, aveva assicurato che “la cifra di 30 miliardi per scongiurare l’aumento dell’Iva è una cifra credibile. Ai 23 miliardi” per evitarne l’aumento, “sono da aggiungere altri miliardi per le politiche da mettere in campo. Comunque la cifra sarà definita dal Cdm”.

Il ministro dell’Economia ha poi voluto dribblare le domande, mandando una stoccata a Matteo Salvini: “C’è il conto Papeete da pagare”. A questo punto non si è fatta attendere la replica di Giancarlo Giorgetti: “Volevo dire a Gualtieri che l’aumento dell’Iva non l’abbiamo lasciato noi ma il governo Gentiloni. Quindi si rivolga a lui, per quello”.

Renzi: “No all’aumento dell’Iva”

Anche Matteo Renzi è sceso in campo per dire no all’aumento dell’Iva. “Abbiamo fatto un Governo per mandare a casa Salvini e per non aumentare l’IVA”. Ha scritto in un post su Facebook.Adesso non possiamo aumentare l’IVA, punto. Noi non abbiamo fatto polemica sui ministeri, sui sottosegretari, sulle scelte del passato. Ma aumentare l’IVA sarebbe uno schiaffo ai consumatori, specie ai più poveri. E porterebbe alla recessione. Ecco perché Italia Viva dice NO all’aumento dell’IVA”.