Pagamento in contanti: la stangata prevista dalla manovra

Arriva la stangata sul pagamento in contanti, previsto dalla manovra. In campo, anche una diminuzione dell'Iva per chi paga con le carte

Pagamento in contanti (Ph. by Hans Ripa on Unsplash)
Pagamento in contanti (Ph. by Hans Ripa on Unsplash)

E’ in arrivo una stangata sul pagamento in contanti, prevista dalla prossima manovra. E su questa battaglia che il governo ha intenzione di fare al contante potrebbe pesare anche l’Iva.

Le misure sul pagamento in contanti

Secondo quanto riferisce Il Giornale, infatti, il governo giallorosso potrebbe mettere in atto un piano che prevede uno sconto sull’Iva per chi usa le carte al posto dei contanti. E infatti, scenderà in campo la cosiddetta “carta anti-evasori”, che servirà a tracciare tutti i pagamenti dei cittadini.

In particolare, il Mef pare stia valutando la possibilità di un incremento di un punto percentuale sull’Iva per chi paga in contanti, e una riduzione di due punti per chi invece paga con le carte. Inoltre, potrebbe essere introdotta la restituzione del 2% delle transazioni elettroniche.

Per gli esercenti

Per gli esercenti invece ci potrebbe essere l’eliminazione dei costi per i pagamenti con corte sotto i 5 euro, e una riduzione per quelli fino ai 25 euro. E per chi non accetta pagamenti tramite Pos, potrebbero esserci sanzioni molto salate.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.