Sciopero Atm 27 settembre 2019, l’annuncio del Mit e gli orari

La sigla sindacale Osr Cub Trasporti ha indetto uno sciopero di Atm per venerdì 27 settembre 2019. Il blocco sarà di 24 ore.

Sciopero Atm 27 settembre 2019
Sciopero Atm 27 settembre 2019 (foto Wikipedia)

Previsto uno sciopero Atm per il venerdì 27 settembre 2019 con conseguenti problemi per chi dovrà usufruire della metropolitana a Milano. La notizia è stata pubblicata sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Non vi sono molti dettagli a riguardo se non che il blocco sarà di 24 ore. La metropolitana di Milano, a meno di cambiamenti qualora vi siano delle trattative con il sindacato, dovrebbe aver luogo nell’intera giornata di venerdì 27 settembre. La sigla sindacale che ha inteso dare vita al blocco del turno lavorativo è quella di Osr Cub Trasporti. Anche Sol Cobas ha inteso scioperare venerdì 27 settembre.

Sciopero Atm 27 settembre 2019, gli orari

Il blocco di Atm riguarderà le linee della metropolitana del capoluogo lombardo. Si attendono le comunicazioni ufficiali, da parte dell’azienda, per fornire il supporto informativo adeguato in vista del blocco dei mezzi. Disagi agli utenti che ogni giorno prendono i mezzi per recarsi al lavoro e anche ai turisti giunti nella cittadina.

I precedenti di Atm

L’ultimo stop di Atm Milano è avvenuto lo scorso 6 settembre. In quel caso il blocco è stato di quattro ore (dalle ore 18 alle 22). Sono stati coinvolti, in quella circostanza, tutti i mezzi di trasporto pubblici, dalle metropolitane ai bus e ai tram circolanti in città. Anche nello scorso mese di luglio la metro di Milano si è stoppata. In quel caso la sigla sindacale ad averlo indetto era stata la Confederazione Unitaria di Base Trasporti. Il tutto ampiamente spiegato in un comunicato di Cub Trasporti. Nei mesi addietro, inoltre, non sono mancati altri scioperi che hanno creato non pochi disagi agli utenti di Atm Milano.

I motivi della protesta

A Milano si è scelto di indire lo sciopero Atm per venerdì 27 settembre 2019. Si vuole protestare per combattere la «liberalizzazione e la privatizzazione del Tpl, contro le gare di appalto e per l’affidamento diretto in house dei servizi di trasporto pubblico locale. La Cub Trasporti ha detto no anche alla quotazione in borsa e la vendita delle azioni del Gruppo Atm». Sol Cobas ha chiesto invece «mantenimento dei livelli occupazionali e salariali. Un adeguamento salariale in linea con i livelli europei e un maggiore sviluppo oltre che investimenti nell’ottica di maggiore efficienza. Siamo contrari all’adeguamento tariffario».

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.