Google-Huawei, proroga sulla licenza Android

Google- Huawei
Google-Huawei

Google concede a Huawei una proroga sulla licenza Android, di cui ieri aveva annunciato la revoca per il colosso cinese. Quindi una rottura sì, ma “morbida”, visto che Huawei potrà beneficiare di una tregua per un periodo di 90 giorni. Il nuovo termine annunciato dal Ministro del Commercio americano, come riporta il Sole 24 ore, è il 19 agosto. Ma non si esclude la possibilità di una nuova proroga.

Quindi, almeno fino al 19 agosto, non ci saranno problemi per quanto riguarda gli aggiornamenti, anche se non è ben chiaro quello che succederà poi. Tuttavia, sembra che Google non voglia abbandonare i suoi utenti che sono in possesso di uno smartphone Huawei.

Google-Huawei, la stretegia degli Usa

Del resto, la licenza temporanea generale concessa a Huawei da Google “concede agli operatori il tempo di prendere altre misure”. Così spiega il Segretario al Commercio americano Wilbur Ross. E come sottolinea Il Sole 24 ore, “autorizza alcune attività necessarie per il funzionamento delle reti e per supportare i servizi mobili esistenti, inclusa la ricerca sulla cybersicurezza”.

La risposta di Pechino

Da Pechino nessuna risposta. Tranne la dichiarazione secondo cui il governo “sostiene le imprese cinesi che ricorreranno agli strumenti legali per difendere i propri interessi legittimi”. Ed è possibile in effetti che Huawei ricorra a strumenti legali per scongiurare la “bomba tecnologica” che mette a repentaglio i nuovi modelli. Tuttavia potrebbe non essere necessario nel caso in cui la proroga fosse solo l’anticamera di un’apertura commerciale nei confronti della Cina da parte di Trump. Anche se Huawei non sembra molto amichevole in questo periodo, a giudicare dalle parole del fiondatore di Huawei Ren Zhengfei, secondo cui gli Usa, e per loro tramite il Presidente Trump “sottostimano la forza di Huawei”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.