Reddito di Cittadinanza, arriva la card: come funziona e come ritirarla

Arrivano le prime 480mila "reddito card", le carte prepagate su cui verrà versato l'importo del Reddito di cittadinanza tra il 20 e il 25 aprile

Reddito Card
Il vessillo dei 5stelle brucia per autocombustione, con gli “stupri” dell’INPS sul reddito minimo e “calcoli del pazzo” tra ridotti e rinunce, da 6 milioni a qualche decina d’euro

Con la presentazione online del sito del Reddito di Cittadinanza Luigi di Maio ha anche mostrato il 5 febbraio la prima “card” su cui verrà erogato l’importo del Reddito. Si presenta come un rettangolino giallo, con un chip, 16 cifre stampate sopra e il logo del circuito Mastercard. “Sarà come una normale PostePay”, ha spiegato Di Maio svelando alla stampa la Reddito card sotto una teca di vetro.

La carta prepagata, pressoché identica alla card di PostePay, non riporta riferimenti al reddito di cittadinanza. Sulla card, infatti, non sarà stampato il nome del titolare perché “nello Stato sociale che vogliamo chi accede a un programma non deve essere riconosciuto o discriminato” ha spiegato Di Maio. Le prime tessere saranno disponibili da aprile e i soldi del Reddito verranno caricati direttamente lì.

In arrivo la card

E ora la “Reddito card” è in arrivo. Le prime 480mila card verranno distribuite tra il 20 e il 25 aprile. Ad annunciarlo è stato il Presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, che in un’intervista al Corriere della Sera ha parlato delle tempistiche.

L’Inps è stato anzi in anticipo rispetto a quanto previsto, perché è già riuscito a verificare la gran parte delle richieste che sono giunte. I numeri si aggirano attorno alle 640mila domande al 12 aprile, secondo quanto spiegato da Tridico. Di queste, circa il 75% sono state accolte. Ecco dunque che le prime 480mila card potranno vernire caricate nei prossimi giorni, e poi distribuite da Poste Italiane. A queste andranno poi ad aggiungersi le card corrispondenti alle ultime domande che restano da verificare, che sono circa 200mila.

Come ritirare la card

La card del Reddito di Cittadinanza si ritira presso gli uffici delle Poste Italiane. Saranno le stesse poste a convocare i beneficiari, dopo la comunicazione dell’Inps. Ad ogni beneficiario sarà data la card che ogni mese verrà caricata con l’importo spettante. Nessuna erogazione in modalità provvisoria: il controllo a tappeto è stato fatto preventivamente, fa sapere Tridico. E “se si evidenzieranno situazioni che comportano la decadenza, la prestazione verrà revocata e, in caso di dichiarazioni mendaci, verrà notificato un indebito, oltre alle sanzioni, anche penali, previste dalla legge”.

Come funziona la card

Oltre all’acquisto di beni e servizi di base, con la card sarà possibile prelevare contante per un massimo da 100 euro mensili per i single e i 250 euro per le famiglie. Si potrà inoltre effettuare un bonifico mensile per pagare l’affitto o pagare l’intermediario che ha concesso il mutuo. Non sarà possibile usare la card per giochi che prevedono vincite in denaro o altre utilità.

Gli importi

Una famiglia composta da 2 adulti, un figlio maggiorenne e un figlio minorenne potrà ricevere fino a 1.280 euro al mese di cui 280 euro per l’affitto (oppure 150 euro di contributo per il mutuo). Una famiglia di 2 adulti e 2 figli minorenni potranno avere fino a 1.180 euro al mese di cui 280 euro di contributo per l’affitto (oppure 150 euro di contributo per il mutuo). Un single può incassare fino a 500 euro di integrazione al reddito con un’aggiunta di 280 euro se è in affitto.

E se l’importo non viene speso del tutto?

L’importo non speso o non prelevato sarà sottratto nella mensilità successiva, entro il 20% del beneficio erogato ad eccezione degli importi ricevuti a titolo di arretrati. Ogni sei mesi, inoltre, è prevista una decurtazione degli importi complessivamente non spesi o non prelevati nei sei mesi precedenti, ad eccezione di una mensilità.

Quanto dura l’erogazione

Il Reddito di Cittadinanza verrà erogato per un periodo massimo di 18 mesi continuativi. È possibile un rinnovo, ma in quel caso verrà l’erogazione verrà sospesa per un mese. La sospensione non è prevista nel caso della pensione di cittadinanza.

I requisiti per ottenere il Reddito di Cittadinanza

Per ottenere il Reddito di Cittadinanza bisogna essere cittadini italiani, europei (o loro familiari titolari di diritto di soggiorno) o aver risieduto in Italia per almeno 10 anni, di cui gli ultimi 2 in via continuativa. Inoltre bisogna avere un Isee inferiore a 9.360 euro. Il patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non può essere superiore a 30mila euro e il patrimonio finanziario non può superare i 10mila euro (ridotto a 8mila per la coppia e 6 mila per i single). Questo importo è incrementato di 5mila euro per ogni componente con disabilità e di 1000 euro per ogni figlio successivo al secondo.