Maternità surrogata tra i benefit per i dipendenti anche in Italia

La rivoluzione, se rivoluzione sarà, parte da Facebook. L'azienda ha fatto sapere che i lavoratori potranno contare anche sul rimborso per la maternità surrogata.

Maternità surrogata in Italia
Maternità surrogata in Italia

La rivoluzione, se rivoluzione sarà, parte da Facebook. L’azienda, tramite una nota, ha fatto sapere che i lavoratori assunti a tempo indeterminato potranno contare anche sul rimborso per la maternità surrogata. Questo varrà anche per i dipendenti in Italia, dove la tecnica di procreazione assistita rimane vietata dalla legge.

A essere coperti, riporta il Corriere, sono i costi sostenuti per la pratica. Tutti i costi. Nell’elenco delle spese rimborsabili ci sono anche i “donor fertility cost”.

Maternità surrogata in Italia

La maternità surrogata in Italia rimane ancora un fronte aperto. Il tema principale è il riconoscimento del bambino nato. Il caso più famoso è quello che ha visto protagonista l’ex leader di Sel, Niki Vendola, il quale, assieme al suo compagno, erano diventati genitori grazie a un’agenzia di San Diego.

Proprio di questi giorni l’intervento della Corte europea: “Un bambino che nasce all’estero con la maternità surrogata in un Paese in cui la gestazione per altri (gpa) è legale deve essere riconosciuto anche nei Paesi europei in cui questa pratica non è consentita, o con la trascrizione immediata all’anagrafe oppure con un’adozione piena che riconosca tutti i diritti-doveri anche alla madre non biologica (o al secondo padre)”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.