Copyright, cos’è e cosa cambia con la nuova legge

Il Parlamento Europeo ha approvato a Strasburgo la nuova direttiva sul Copyright: si tratta del cosiddetto diritto d'autore.

Copyright
Copyright

Sono durati oltre due anni i negoziati per garantire la libertà su Internet e la giusta ricompensa per i titolari dei diritti d’autore. La direttiva europea sul Copyright è stata approvata a Strasburgo durante la votazione definitiva che si è tenuta al Parlamento Europeo.

Cosa è accaduto sul tema del Copyright

A metà febbraio, il Consiglio dell’Unione Europea ha raggiunto un accordo. Finlandia, Lussemburgo, Olanda e Polonia avevano preso le distanze dall’accordo raggiunto; Lo hanno indicato come «passo indietro per il mercato unico digitale». La votazione si è conclusa con 348 voti a favore, 274 contrari e 34 astensioni. Nonostante un consistente gruppo di parlamentari, che la consideravano una forma di censura su Internet, il provvedimento è stato approvato.

L’eurodeputata Julia Reda, facente parte del Partito dei Pirati in Germania, aveva cercato di far bocciare due articoli contestati del tenuto. La denuncia, in particolare modo, fa capo all’imposizione dei filtri automatici sul caricamento dei contenuti e alla tassa sui link. Il Movimento 5 Stelle ha votato contro mentre il Partito Democratico ha appoggiamo il provvedimento.

Cosa cambia

La direttiva della Commissione si proponeva di aggiornare una regolamentazione sul copyright. Il testo era fermo all’aggiornamento del 2001. L’obiettivo è quello di salvaguardare «un elevato livello di protezione del diritto d’autore e dei diritti connessi». Le piattaforme che monetizzano nel ruolo di intermediazione, su tutti Google e Youtube, devono assicurare la stipula delle licenze con i legittimi proprietari. In particolare modo l’attenzione si pone sui diritti e sulla rimozione dei contenuti protetti da copyright.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.