Riscatto laurea per gli under 45: in arrivo nuove agevolazioni

In arrivo il riscatto della laurea agevolato per gli under 45. Ma attenzione, non a tutti conviene.

Riscatto della laurea agevolato
Riscatto della laurea agevolato

Buone notizie per chi è alle prese con il riscatto degli anni d’università ai fini pensionistici. È in arrivo infatti il Decreto 4/2019 che introduce il riscatto della laurea flessibile. In questo modo non si è obbligati a riscattare tutti gli anni della durata legale del proprio corso di studio, ma solo quelli utili in base alle proprie necessità.

Il provvedimento del riscatto della laurea è un elemento sul quale il Governo ha posto l’attenzione. A questo, in aggiunta, bisogna inserire anche l’aspetto relativo ai navigator che partirà a breve in Italia.

Da ora quindi si potrà decidere di riscattare anche solo uno o due anni, con un notevole risparmio sul costo da sostenere per il riscatto della laurea. Si tratta però di un’opzione che viene riservata a chi non abbia ancora compiuto 45 anni d’età al momento della richiesta. Il riscatto della laurea agevolato di riferisce a periodi di studio effettuati dopo il 31 dicembre 1995 e che ricadono, quindi, interamente nel sistema contributivo.

Le agevolazioni per gli under 45

Per gli under 45 dunque notevoli agevolazioni sul fronte del riscatto della laurea. Sarà infatti possibile riscattare un anno di studio versando un contributo pari al livello minimo imponibile annuo previsto per le gestioni dei lavoratori artigiani e commercianti, che è di 15.858 euro. Questo importo va poi moltiplicato per l’aliquota di computo del 33%. Per ogni anno di riscatto, quindi, questi dovranno sostenere un costo di 5.241,30 euro, uguale per tutti. Inoltre si potrà rateizzare per cinque anni l’importo da pagare, ed è prevista una detrazione del 50% del costo sostenuto per il riscatto.

Un riscatto solo a fini previdenziali

Le agevolazioni sul riscatto della laurea però avranno valore solamente ai fini previdenziali: in questo modo si potranno solo incrementare gli anni di contributi, ma non vi sarà alcuna incidenza sull’importo previdenziale.

A chi conviene?

E allora arriviamo a fare qualche calcolo. A chi conviene? Il metodo tradizionale per riscattare la laurea prevede che l’importo annuo sia calcolato sulla base della retribuzione dell’ultimo anno di lavoro, moltiplicata per l’aliquota di computo della propria gestione. Quindi, il riscatto agevolato è utile a chi nell’ultimo anno di lavoro ha avuto uno stipendio superiore ai 15.858 euro. Invece, per chi ha retribuzioni inferiori non c’è convenienza nel riscatto laurea agevolato. Ma non hanno benefici nemmeno coloro che hanno aliquote di computo inferiori al 33%.

In poche parole: non c’è un metodo che sia decisamente più conveniente di un altro, dipende tutto dalla necessità e situazione contributiva di ognuno.

Detrazioni

Lo sconto per il riscatto agevolato della laurea riguarderà coloro i quali si siano laureati alla data del 31 dicembre 1995. Il Decreto, in tal senso, ha determinato la detrazione dell’onore con un importo pari al 50% suddiviso in cinque quote annuali. La rateizzazione può essere attuata per un massimo di 60 mesi.

Quanto costa

Il costo del riscatto della laurea, per chi è sotto i 45 anni, sarà agevolato. In questo caso, infatti, sarà possibile riscattare un anno di studio versando un contributo. Esso corrisponde al livello di imponibile minimo annuo previsto per la gestione dei commercianti e degli artigiani (la cifra è di 15.858 euro per il 2019). Il dato deve essere moltiplicato con l’aliquota pari al 33%.

Il totale, infine, sarà superiore, anche se per poco, ai 5.200 euro per ogni anno di studi riscattato. Precisamente saranno 5.241,30 euro annui. Il costo sarà uguale per tutti.

Requisiti

Non bisogna aver maturato qualsiasi tipologia di contribuzione prima della laurea (entro il 31 dicembre 1995). Ovviamente non si deve essere titolari di pensione.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.