Addio alla banconota da 500 euro: ecco cosa succede

La banconota di colore viola, del valore di 500 euro, a partire dal prossimo 27 gennaio non verrà stampata in diverse paesi della zona euro.

Addio alla banconota da 500 euro
Nessuna ristampa del taglio a partire dal prossimo 27 gennaio

La banconota da 500 euro, a partire dal 27 gennaio 2019, non sarà immessa in circolazione. La decisione è stata presa da diciassette su diciannove banche centrali nazioniali dei rispettivi paesi dell’area euro. Per una questione relativa esclusivamente alle transizioni, oltre che per ragioni logistiche, la Banca Centrale Tedesca, Bundesbank, e quella austriaca, Oesterreichische Nationalbank, continueranno a emettere il taglio fino al 26 aprile 2019 compreso. A dichiararlo la Banca Centrale Europea.

Addio alla banconota da 500 euro

Le banconote con il taglio da 500 euro continueranno in ogni caso a circolare. Potranno essere utilizzate come mezzo di pagamento oltre che riserva di valore. Servirà per le classiche operazioni di risparmio e per le varie spese da affrontare. Contestualmente, le banche e i cambiavalute, oltre ai vari esponenti che operano nel settore commerciale, potranno far circolare la valuta di colore viola. Il suo valore resterà intatto e potrà essere cambiato, in qualsia momento, presso le varie banche nazionali oppure quelle appartenenti alla zona euro.

Combattere l’illegalità

Attualmente il taglio da 500 euro rappresenta il 2,4% del totale delle banconote in circolazione. Il 20% è il valore complessivo delle banconote da 500 euro. L’importo totale tocca la cifra di 261 miliardi di euro. Si è reso necessario questo provvedimento poiché il taglio è considerato un mezzo di pagamento poco sicuro. Esso, infatti, si presta nel favorire le varie attività illegali.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.