Secondo la D’Urso la sua preghiera in tv con Salvini fu una manifestazione di fede

Secondo la D'Urso la sua preghiera in tv con Salvini fu una manifestazione di fede. La conduttrice lo sostiene in un'intervista al Corriere della Sera

Secondo la D'Urso la sua preghiera in tv con Salvini fu un fatto di fede
Barbara D'Urso

Secondo la D’Urso la sua preghiera in tv con Salvini fu una manifestazione di fede. Sull’Eterno riposo recitato in diretta con Salvini, che ha provocato indignazione a destra e a manca, “non ho niente da rimproverarmi“, sostiene. E la ragione sarebbe che “mi sono comportata come il mio cuore dettava. Agisco d’impulso: piaccia o no. Sono credente e se qualcuno mi chiede: diciamo l’Eterno riposo, lo faccio. Poi c’è chi usa queste cose per il suo interesse, ma rispetto a questo volo altissimo”. Un fatto di pura devozione, insomma.

Secondo la D’Urso la sua preghiera in tv con Salvini fu una manifestazione di fede

Così dice Barbara D’Urso, in un’intervista a Chiara Maffioletti sul Corriere della Sera, tornando sulle polemiche seguite alla preghiera recitata in tv con il leader della Lega durante una puntata di ‘Live – Non è la D’Urso’ alla fine dello scorso marzo.

“Non ho fatto del male, non stavo bestemmiando o mancando di rispetto”, insiste la D’Urso. “Ho fatto una cosa in cui credevo. Poi è stata strumentalizzata, come spesso succede con me. Vedo molte cose in tv che se facessi io diventerebbero un caso. Vado avanti col sorriso“, aggiunge la conduttrice.