“Tre metri sopra il cielo”: 15 anni fa debuttavano al cinema di Step e Babi

15 anni fa usciva nelle sale "Tre metri sopra il cielo" di Luca Lucini, tratto dall'omonimo romanzo di Federico Moccia, e da allora, grazie ad ingredienti collaudati, ha fatto sognare migliaia di adolescenti

Tre metri sopra il cielo
15 anni fa usciva nelle sale "tre metri sopra il cielo" di luca Lucini, tratto dall'omonimo romanzo di Federico Moccia

Sono passati ben 15 anni da quel 12 marzo 2004, quando nelle sale usciva “Tre metri sopra il cielo”. Tratto dall’omonimo romanzo di Federico Moccia, il film d’esordio di Luca Lucini ha fatto sognare milioni di adolescenti, dal 2004.

La trama

Lui, Step, interpretato Riccardo Scamarcio è il classico cattivo soggetto da cui tutti i genitori vogliono tenere lontane le figlie, che spende il suo tempo tra corse clandestine, risse e sregolatezze d’ogni genere. Lei, Babi (Katy Saunders), è una ragazza di buona famiglia, che frequenta il liceo classico con ottimi voti, senza mai sgarrare da una vita che sembra doverla portare dritta verso il principe azzurro. Che poi si rivelerà essere un principe a tinte fosche, visto che il destino le farà incontrare proprio Step.

Stereotipi adolescenziali

La classica vicenda d’amore adolescenziale, zeppa di stereotipi che però, evidentemente, fanno presa, tanto da rendere il film di Lucini un cult dei primissimi 2000. Un Grease al volgere del millennio, di cui il libro, e di conseguenza il film, ricalca lo schema principale. Il primo amore, la rivalità tra bande di ragazzi, l’attrazione per i due protagonisti che sembrano agli antipodi. Insomma, ingredienti di una ricetta già collaudata.

Le scelte azzeccate del film

In realtà, Lucini riuscì a cavalacare l’onda di un libro che aveva già fatto sognare tanti ragazzi. E trasformare in pellicola visibile un sogno è stata la grande forza di quel film. Come “Romeo e Giulietta”, il già citato “Grease”, e “Il tempo delle mele“, tutti film che parlano ad un pubblico che con quel tipo di amore si immedesima.

I protagonisti

Vincente la scelta dei due protagonisti, Riccardo Scamarcio nei panni di Step e Katy Saunders che interpretava Babi, per i quali il film ha rappresentato un trampolino di lancio.

Sequel italiani e remake spagnoli

Un successo duraturo quello di “Tre metri sopra il cielo”, tanto da diventare la base per il sequel “Ho voglia di te”, il secondo romanzo di Moccia. A dirigerlo, Luis Prieto, mentre al cast si sono aggiunti Laura Chiatti e Filippo Nigro. Ma la pellicola fu così apprezzata che ne uscirono due remake spagnoli, nel 2010: “Tres metros sobre el cielo”, diretto da Fernando González Molina e il sequel Tengo ganas de ti” , dello stesso Molina.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.