Piccione “splatter” di Bastianich: il Web insorge

Piccione "splatter" e cartellino giallo del web per Joe Bastianich. Nel corso di una degustazione in una steckhouse californiana, il piatto preparato dalla star di Masterchef non solo non ha riscosso particolare successo, ma ha anche innescato la levata di scudi.

Joe Bastianich
Joe Bastianich

Piccione “splatter” e cartellino giallo del web per Joe Bastianich. Nel corso di una degustazione in una steckhouse californiana, il piatto preparato dalla star di Masterchef non solo non ha riscosso particolare successo, ma ha anche innescato la levata di scudi di quanti, sul Web, hanno accusato Bastianich di non essere coerente con l’immagine di giudice che nella gara tv, sull’impiattamento diventava più trucido del sergente Hartman in FMJ.

Piccione horror

Insomma, quel piccione non solo avrebbe un applomb decisamente horror, ma suggerirebbe l’idea di una cura nell’impiattare degna di un antropofago della Nuova Caledonia.

Questo almeno il giudizio del web. Giudizio, che oggettivamente, riesce difficile emendare nelle sue parti più tranchant a sbirciare la foto del piatto preparato da Bastianich. Effettivamente il piccione in questione sembra appena uscito da una partita a briscola con Freddie Kruger: intero, con la testa cadavedereggiante e caramellata a mo’ di mummia Anasazi, offre un petto squarciato da feritoie rosacee, a metà fra volo radente su Fukushima e falcetto di Leatherface, le zampe contratte fino alle unghie in un spasmo che Zodiac scansati e il tutto con le sue delicate polpe a fargli servaggio al fianco, come in un rituale seriale da B movie.

Buono ma non bello

Il piatto avrà un sapore divino, ma bello secondo canone contemporaneo di presentazione no, non lo sarà mai. Ovviamente la descrizione è esacerbata anche dal fatto che i social si sono immediatamente appropriati dell’immagine della pietanza per creare, paradossalmente fedeli proprio ad uno dei dettami delle cucine stellate, il contrasto fra la pignoleria del personaggio e lo sfacelo macellaro della sua creazione, come negli amuse goeule in cui la salsiccia va a sposarsi con l’ostrica.

La replica di Bastianich, allo stato dell’arte, non è ancora arrivata. Ma lui è uno chef, uno di quelli bravi, e sa che a voler condire troppo poi sbagli piatto e il web si sa, giusto o sbagliato che sia di cappellate ha sempre fame.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.