“C’è da fare”, Paolo Kessisoglu e il testo di 25 cantanti per aiutare Genova

Paolo Kessisoglu ha chiesto aiuto a diversi cantanti per incidere una canzone. I fondi del ricavato andranno al quartiere vicino al Ponte Morandi.

Momenti durante la registrazione di

Il comico Paolo Kessisoglu ha deciso di aiutare la città di Genova facendo incidere una canzone con alcuni cantanti di caratura nazionale. L’obiettivo di Kessisoglu, con la melodia di “C’è da fare”, è quello di ottenere i fondi per la riqualificazione della zona di Albaro-Valpolcevera. Attualmente nella città ligure si stanno tenendo i lavori per la demolizione controllata del Ponte Morandi che ad agosto crollò causando la morte di 43 persone.

L’idea di Paolo Kessisoglu

Paolo Kessisoglu

Insieme al comico hanno partecipato numerosi cantanti. Si parte con Gianni Morandi, Fiorella Mannoia, Gino Paoli, Arisa, Annalisa, Boosta, Giorgia, Giuliano Sangiorgi e Ivano Fossati. A seguire J-Ax, Joan Thiele, Lo Stato Sociale, Luca Carboni, Malika Ayane, Mario Biondi, Massimo Ranieri e Mauro Pagani. E per finire anche Max Gazzè, Nek, Nina Zilli, Nitro, Raphael Gualazzi, Ron e Simona Molinari.

Raccogliere fondi

La musica italiana che incontra un progetto di supporto economico per la rinascita. Le voci italiane più importanti si sono messe in moto al fine di dare speranza e un domani, magari più roseo, al quartiere vicino al Ponte Morandi. Paolo Kessisoglu ha parlato del progetto e della sorpresa di Ivano che è tornato sul palco anche se solo per suonare la chitarra. «È stato il primo che ho interpellato, ma solo per chiedergli un parere. Mi ha risposto dopo 4 ore – dichiara Kessisoglu – dicendo che era molto bella. Ho spento e riacceso tre volte il computer per essere certo che non fosse un virus. E lui stesso si è offerto di suonare la chitarra con me».

Il testo

I cantanti si mobilitano per aiutare: non è il primo caso. Già dopo il terremoto in Abruzzo, una canzone, dal titolo “Domani”, mise insieme i grandi nomi della musica. Quest’altro nobile progetto è rivolto all’associazione “Occupy Albaro” che opera nel quartiere devastato dal crollo. Ciò potrà servire per la costruzione di asili, piste ciclabili, centro sportivo e magari anche qualche altra opera.

Canzone in vendita

La canzone sarà in vendita e in download da domani sabato 23 febbraio. Sarà corredata anche da un video che riprende i vari protagonisti in sala incisione. «Il prossimo passo, speriamo, sarà anche avere un numero di telefono per chiamate e sms solidali». Ma chi vuole potrà contribuire con un bonifico: Iban IT79A0200801423000105496385, intestato a Occupy Albaro, causale Cedafare.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.