Sanremo 2019, polemica su spot Governo durante la pubblicità

Pubblicità su Reddito e Quota 100 infilate nelle fasce gratuite ma al posto di altri messaggi Rai. L'opposizione protesta: «Mai accaduto e il contenuto è ingannevole»

Sanremo 2019
Sanremo 2019

Altra, ennesima polemica sul festival di Sanremo. Adesso sotto accusa finiscono gli spot dedicati  a Quota100 e Reddito di cittadinanza che la Rai ha scelto di inserire all’interno delle pause pubblicitarie del festival. Fonti vicini alla Rai confermano che nelle ultime ore si sono fatte sentire le pressioni dei vertici per cambiare la programmazione pubblicitaria e infilare i due spot.

Gli spot governativi sono andati a sostituire quelli che erano già stati programmati per altre trasmissioni Rai. La polemica comunque non ha tardato a esplodere. Il Pd ha minacciato di presentare un esposto all’Agcom. Sarebbe infatti la prima volta, dicono, che pubblicità dedicate a provvedimenti di Governo finiscono all’interno del Festival della canzone italiana. 

La denuncia del Pd

“Il danno economico è evidente – dichiara Michele Anzaldi del Pd – anche ammesso che abbiano sostituito una pubblicità gratuita con questa del Governo, si poteva liberare lo slot per altri acquirenti. E per di più veicolano un messaggio falso: nella comunicazione sulle pensioni si dice che si potrà accedere con 62 anni di anzianità e 38 di contributi senza pagare nulla, il che al momento è falso e mancano comunque i decreti attuativi”.