MasterChef 8, inizio all’insegna dell’ecosotenibilità: niente plastica e niente sprechi

Gli chef amatoriali arriveranno da tutta Italia per proporre le loro abilità culinarie sotto l'occhio attento di giudici autorevoli ed esperti.

Riparte Masterchef
Riparte Masterchef

Inizia oggi, giovedì 17 gennaio, il programma di cucina più seguito dagli italiani. Si parla di MasterChef, dove gli chef amatoriali arriveranno da tutta Italia per proporre le loro abilità culinarie sotto l’occhio attento di giudici autorevoli ed esperti. Arriva innanzitutto una grande novità nel cast: accanto ai veterani Bruno Barbieri, Joe Bastianich e Antonino Cannavacciuolo c’è Giorgio Locatelli, proprietario della Locanda Locatelli, celebre ristorante una stella Michelin con sede a Londra. Ma la novità principale è un’altra, per la prima volta non si vedranno piatti di plastica e saranno contenuti anche gli sprechi.

In 20 per la vittoria

Gli 80 aspiranti concorrenti avranno a disposizione 45 minuti per preparare un piatto con ingredienti portati da casa e 5 minuti per completarlo davanti ai giudici. Per avere la possibilità di accedere alla seconda fase delle selezioni dovranno ricevere almeno tre sì. Ce la faranno in 40. Dopodiché il gruppo si dimezzerà ancora. 20 di loro dovranno infatti abbandonare il grembiule appena conquistato. Saranno, infatti, solo 20 i posti dell’ambita Masterclass. Il sogno per tutti e quello di diventare cuoco, senza dimenticare il premio di 100.000 euro in gettoni d’oro e la possibilità di pubblicare un libro di ricette.

Niente sprechi, il cibo si dona

Grande attenzione agli sprechi. Come nelle passate stagioni, la gran parte degli alimenti non impiegati per le prove sarà donata all’Opera Cardinal Ferrari Onlus di Milano. Il programma si è avvalso della collaborazione di Last Minute Market, la società spin-off dell’Università di Bologna impegnata sul fronte della riduzione degli sprechi e della prevenzione dei rifiuti da oltre 10 anni.

Un programma plastic-free

MasterChef sceglie di essere plastic-free ed eco-friendly. Promuove infatti il consumo consapevole ed ecosostenibile e il rispetto dell’ambiente. Tutti i prodotti di consumo legati al cibo (piatti, bicchieri, posate, vassoi, tovaglioli) sono di natura compostabile ed ecosostenibile. Un approccio coerente con quello del Gruppo Sky, che in tutti i Paesi in cui opera ha lanciato nel gennaio 2017 la campagna di sensibilizzazione Sky – Un mare da salvare per l’eliminazione progressiva della plastica usa e getta.

 

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.