Libri danneggiati, una mostra a Milano per raccontare la loro storia

In mostra a Milano fino la 14 aprile alcuni volumi dall'VIII al XVIII secolo che sono stati danneggiati in diversi modi, e che tornano ora a fare mostra di sé per insegnare qualcosa.

Manoscritto della Fisica di Aristotele
Libri danneggiati in mostra a Milano

Avvertenze necessarie e profittevoli a’ Bibliotecari e agli Amatori de’ buoni Libri“, questo il titolo della mostra organizzata a Milano presso la Biblioteca Trivulziana, al Castello Sforzesco. La mostra, a cura di Isabella Fiorentini, con Loredana Minenna e Stefano Dalla Via, è visitabile fino al 14 aprile.

La mostra è pensata per  invitare il visitatore a un breve viaggio alla (ri)scoperta del libro come oggetto materiale”. Un obiettivo da realizzare “attraverso l’esposizione di una particolarissima selezione di volumi, prodotti dall’VIII al XVIII secolo”, come si legge nel comunicato stampa. I volumi esposti sono tutti appartenenti al patrimonio della Biblioteca Trivulziana.

Il percorso della mostra

Si tratta di una raccolta di manoscritti e libri a stampa, diversi per uso, datazione e materiale. Ognuno di questi è stato però testimone di una “particolare forma di degrado che ha danneggiato il supporto fisico”. Ma, spiega il comunicato, “ha lasciato intatto o almeno parzialmente leggibile il contenuto testuale.”.  Gli oggetti sono stati scelti in modo tale da dare la possibilità ai visitatori di qualunque tipo possano osservare la struttura e dei materiali del libro, così come lo conosciamo in Occidente dai primi secoli dell’era volgare.

Il titolo

Il titolo dato alla mostra, che ne costituisce anche il fil rouge, è stato preso in prestito da Gaetano Volpi.  Nel 1756, Volpi pubblicava un piccolo dizionario a beneficio di tutti gli “amatori de’ buoni libri“. L’intento era di mettere in guardia “contro cattive abitudini di conservazione dei volumi e negligenti pratiche di stampa e di legatura”.

Una mostra per tutti

Non si tratta di una mostra riservata a esperti del settore o appassionati. Al contrario, sono stati allestiti apparati didascalici che rispettino la correttezza tecnico-scientifica dei contenuti, senza però usare una terminologia troppo specialistica, se non spiegata in veste divulgativa. A ciò si deve aggiungere una particolare attenzione ai ragazzi, per i quali è stato studiato un percorso parallelo dedicato, che corre accanto a quello principale conservandone i principi base.

 

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.