Solidarietà digitale: ecco i contenuti gratuiti nelle zone rosse

Dai giornali, alle serie TV, passando per smart working e servizi di connettività: questo e altro su "Solidarietà digitale", la pagina del Ministero l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione pensata per coloro che abitano nelle "zone rosse".

Anche i contenuti di Amazon Prime sono su Solidarietà Digitale.
Anche i contenuti di Amazon Prime sono su Solidarietà Digitale.

Il Ministero per l’innovazione tecnologica ha pubblicato su un sito ad hoc – il nome è Solidarietà Digitale – una serie di servizi online gratuiti per tutti coloro che attualmente si trovano all’interno della “zona isolata”, l’area del nord Italia in cui sono attive misure speciali di contenimento per l’emergenza sanitaria del Coronavirus.

Solidarietà digitale: ecco il portale lanciato dal Ministero

La piattaforma del governo Solidarietà digitale, ha messo a disposizione contenuti video, editoriali e servizi digitali sia per privati cittadini sia per aziende. Ad alcuni dei servizi si accede attraverso lo SPID, ossia il sistema unico di accesso con identità digitale ai servizi online della pubblica amministrazione.

“Alla luce degli aggiornamenti contenuti nel Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri dell’8 marzo 2020 – si legge sulla pagina del Ministero – che amplia le zone soggette a restrizioni per le misure di emergenza sanitaria a contrasto della diffusione del Coronavirus (SARS-CoV-2), stiamo dialogando con le aziende, le associazioni, le start-up che hanno risposto all’iniziativa promossa dal Ministro per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione, per aggiornare quanto prima le modalità di accesso ai servizi e alle soluzioni innovative messe da loro a disposizione”.

I servizi offerti in digitale

Quali contenuti e servizi si trovano? Nel sito c’è un po’ di tutto. Molti sono strumenti tecnologici a sostegno delle realtà lavorative. La società di comunicazione digitale Connexia, per esempio, mette a disposizione per due settimane la piattaforma di smart working “Webex“; Cisco System, con il supporto dei volontari Ibm, fornisce l’accesso free alla piattaforma di telelavoro Cisco Webex Meetings; Italia Online rende disponibile per un anno e gratis la pec di Libero Mail da 1 giga; Microsoft dà consulenza gratuita per adottare soluzioni di lavoro a distanza; mentre Amazon Web Services offre l’accesso a piani di supporto e assistenza per progetti legati all’emergenza.

Molte le proposte per quanto riguarda connettività e traffico dati: Vodafone, Fastweb, TIM e Eolo eliminano restrizioni su giga, SMS e telefonate.

Anche il mondo dell’intrattenimento digitale fa la sua parte: Amazon Prime Video, per esempio, rimarrà gratuito per 30 giorni in tutta la zona rossa e il Gruppo Gedi (La Repubblica, La Stampa ecc) proporrà agli abitanti delle zone contingentate un abbonamento free di tre mesi ai propri quotidiani.

Come funziona Solidarietà digitale?

Per iniziare ad utilizzare i contenuti è necessario andare sul sito di www.solidarietadigitale.agid.gov.it e seguire le indicazioni fornite servizio per servizio. E’ anche possibile aderire alla piattaforma, mettendo a disposizione i propri contenuti. Per farlo è necessario compilare e inviare il modulo predisposto sul sito.