Box Office del Weekend: il Coronavirus vince sul cinema

La paura del Coronavirus blocca le persone a casa e le sale cinematografiche ne pagano la conseguenza.

Gli anni più belli
Gli anni più belli. Locandina del film presa da: cineguru.screenweek.it

Weekend di stallo per il cinema italiano e mondiale. La paura del Coronavirus ha bloccato le persone a casa, tanto che almeno nel nostro paese si sono registrare presenze al di sotto delle 80 mila.

Box Office Italiano

Ancora una volta a vincere il weekend è Gli Anni Più Belli di Gabriele Muccino, che registra 78,347 presenze e un incasso di € 485,083 (incasso totale € 5,315,967).
Al secondo posto troviamo il terzo capitolo della saga con Will Smith e Martin Lawrence, Bad Boys For Life, che registra 61,572 presenze per un incasso di € 386,355 (incasso totale € 1,271,568).

Trend negativo invece per il film FOX/Disney con Harrison Ford, Il Richiamo della Foresta, che registra 57,183 presenze con un incasso di € 336,507 (incasso totale € 1,018,818). La produzione ha già decretato il flop del film con stime di perdita, che vedremo a breve nei dati mondiali.

In questa atipica classifiche del weekend italiano troviamo ben due film di Bong Joon-ho: al quarto posto troviamo Parasite, 48,659 presenze per un incasso di € 305,787 (incasso totale € 5,451,436) e Memories of Murder, al decimo posto, che ha registrato 9,996 presenze, per un incasso di € 62,416 (incasso totale € 291,814).

L’unica nota evidente che possiamo registrare è che tutti i film schedulati in uscita per giovedì 27 febbraio, sono stati rimandati a data da destinarsi, motivo per cui questa è la prima volta che abbiamo passato un weekend cinematografico senza nessuna effettiva nuova uscita. Le case di distribuzione italiane non hanno ancora lasciato aggiornamenti per schedulare le uscite dei loro film, in attesa che la situazione del Coronavirus possa far cessare gli allarmi.

Box Office Statunitense

La situazione negli Stati Uniti non è diversa da quella Europea con l’unica novità che L’Uomo Invisibile almeno in patria è uscito, ed ha conquistato subito la vetta.
La Universal, dopo il flop de La Mummia, remake del 2017 con Tom Cruise, il progetto del Dark Universe ha avuto una brusca frenata. Dopo anni di silenzio, è subentrato Jason Blum con la sua Blumhouse con la promessa di rifondare l’universo cinematografico per poi virare su un diverso tipo di progetto, con film standalone che condividono comunque la visione di rileggere il mito dei mostri sacri della Universal.

Ecco dunque che con L’Uomo Invisibile si inaugura questa visione lanciato subito al successo, con un film costato appena 7 milioni, incassandone subito 29 in patria (incasso totale 49 milioni di dollari).
Tolta l’unica vera uscita, dal secondo posto in poi ritroviamo i soliti noti: al secondo posto Sonic – Il Film, 16 milioni (incasso totale 265 milioni di dollari), al terzo posto Il Richiamo Della Foresta, 13 milioni (incasso totale 79 milioni di dollari) che a fronte dei 135 milioni di dollari spesi, è l’ennesimo flop economico in casa FOX/Disney. Le major hanno stimato una perdita di circa 50-70 milioni di dollari.

Al quinto posto Bad Boys For Life, 4,3 milioni (incasso totale 405 milioni di dollari) e in coda lasciamo le Birds of Prey con 1,2 milioni (incasso totale 188 milioni di dollari).