Sanremo 2020: bene Amadeus, grande prova di Tiziano Ferro e Achille Lauro

Prima puntata del Festival di Sanremo, ecco il primo responso del nostro esperto: dalla buona presenza di Amadeus alla grande prova di Tiziano Ferro, passando per Elodie e Achille Lauro.

Prima puntata positiva. Diciamolo subito. Punto a favore della kermesse è sicuramente la presentazione di Amadeus che nonostante non sia il miglior presentatore del Festival di Sanremo è stato sicuramente solare, positivo e si vede che questo lavoro lo mastica da anni. Spicca ovviamente la presenta di Fiorello che ha evidenziato come i due si conoscono artisticamente da anni.

I primi dodici big che hanno cantato sono stati tutti, mediamente, promossi. Un plauso ad Elodie e Rafael Gualazzi, che potrebbero avere un buon successo radiofonicamente parlando. il ritmo dello show nella prima parte, diciamo per un’ora e mezza, è stato assolutamente positivo, poi ospiti, monologhi e marchette il clima si è leggermente rallentato.

Grande prova di Rita Pavone che a 74 anni dimostra di avere un’energia e una passione invidiabile e fuori dal normale, una carica da Festival. Una performance degna di una grande cantante. E a proposito di artisti, di voci, di emozioni e di qualità degli ospiti non si può non parlare di Tiziano Ferro che ha cantano Almeno tu nell’universo di Mia Martini con un tale trasporto emotivo da commettere delle imperfezioni che lo hanno messo in difficoltà e al termine dell’esibizione si è scusato con il magone in gola. Sensazionale.

Spettacolare, stucchevole e frizzante la prova di Achille Lauro che aveva fatto intendere qualcosa sulla sua performance sui social network che, dopo il suo siparietto orchestrato magnificamente, si sono scatenati senza mezze misure, ma la sua canzone si chiama Me ne frego e lui, da vero rockstar qual è, se n’è davvero fregato. Bravo!

A cura di Gianluca Leo – Le pillole del Belvo

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.