Sanremo 2020: lo scontro generazionale tra Junior Cally e Rita Pavone. Uno scontro che fotografa l’Italia

Stasera inizia Sanremo e in questi giorni non si è fatto altro che parlare del rapper Junior Cally e della sua canzone Strega.

È più giusto che Junior Cally sia a Sanremo o che ci sia Rita Pavone? Nessuno dei due, oppure entrambi. Da una parte abbiamo la storia della televisione, dello spettacolo e della canzone italiana che da molto tempo è un po’ fuori dal giro, diciamocelo. Dall’altra parte invece c’è un giovane rapper, al secolo Antonio Signore, classe 1991 che da diversi anni è sulla cresta dell’onda; apre i concerti di artisti più famosi, ne produce altri, si è aperto il suo personale spiraglio nel mondo della musica rap ed è salito agli onori della cronaca nazional popolare dopo che è stato accettato come concorrente a Sanremo. Il perché lo sapete tutti, ma ve lo ridico. Due anni fa, più o meno, è uscito un suo singolo di nome Strega, etichettato come un manifesto della violenza sulle donne. Ed è qui che nasce tutto.

Lo scontro, se così vogliamo chiamarlo, avverrà sul ring più famoso e per certi versi ambito d’Italia: l’Ariston. Il teatro famoso per ospitare il Festival di Sanremo, il festival della canzone italiana, il festival – lo ripeto, FESTIVAL – che consacrerà l’artista che rappresenterà l’Italia all’Eurovision Song Contest. E il ring in questione non è affatto banale in questo scontro.

Sanremo vuole rappresentare, in qualche modo, il panorama musicale italiano. Icone, cantautori, rapper, vincitori dei talent show. Tutto. Perché vuole, come detto, fotografare l’Italia, o quantomeno provare a farlo. La vetrina è ovviamente gigantesca e la risonanza mediatica immensa ed è sbagliatissimo giudicare due cantanti o diversi cantanti con lo stesso metro di misura. Hanno storie diverse, voci diverse, anime diverse. Ma è giusto che siano entrambi a Sanremo per la 70° edizione?

Il vincitore lo sceglie il popolo, lo spettatore, l’appassionato e questa è la cosa più democratica che si possa fare. Sarà il pubblico, sovrano, a decidere se la vetrina di Sanremo avrà come protagonista ancora Rita Pavone o Junior Cally. Probabilmente il panorama rap italiano offre di meglio, forse, ma nonostante questo preferire, ancora oggi, Rita Pavone, mi conferma l’idea che ho di questo paese, ossia che si crogiola sul passato. Però, a furia di guardarsi indietro, viene il torcicollo.

Chiudo specificando che CiSiamo.info, la casa editrice e il sottoscritto sono assolutamente contro la violenza sulle donne raccontata nel testo di una canzone di due anni fa intitolata Strega scritta da Junior Cally.

A cura di Gianluca Leo – Le pillole del Belvo

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.