Carlo Croccolo è morto, addio all’attore che lavorò con De Filippo e Totò

Si è spento all’età di 92 anni l’attore napoletano Carlo Croccolo. Un personaggio a tutto tondo dalle grande collaborazioni.

Piange il mondo del teatro, del cinema e della cultura nel senso più ampio del termine: Carlo Croccolo è morto all’età di 92 anni. La notizia è stata diffusa sul proprio Facebook con il seguente post: «Questa mattina, alle prime luci dell’alba, si è spento il maestro Carlo Croccolo. Ha vissuto una vita straordinaria come straordinario è stato il suo talento. I funerali si terranno domani, domenica 13 ottobre, alle ore 16, presso la Chiesa San Ferdinando a Piazza Trieste e Trento” a Napoli».

Carlo Croccolo è morto, la sua storia

Carlo Croccolo collaborò con i più grandi comici italiani tra gli anni Cinquanta e Sessanta: importanti collaborazioni con Totò ed Eduardo De Filippo. Croccolo iniziò la propria carriera con artisti del calibro di Peppino De Filippo, Ingmar Bergman e Vittorio De Sica. Nel 1989 vinse anche un David di Donatello per l’interpretazione nel film “O re” firmato Luigi Magni. Nello stesso anno vinse il “Ciak d’Oro” per la medesima collaborazione cinematografica.

Durante gli anni Novanta tornò alla ribalta prendendo parte a “Tre uomini e una gamba” con protagonisti Aldo, Giovanni e Giacomo. Ebbe modo di cimentarsi anche nell’esperienza televisiva. Nel nuovo millennio acquisì grande notorietà vestendo i panni di Totonno nella fiction “Capri”, in onda su Rai 1.

Il doppiaggio

Prestò la propria voce in alcune scene a Totò. La stessa cosa fece anche doppiando il duo comico Stanlio e Ollio, interpretati da Stan Laurel e Oliver Hardy. Diverse volte, infatti, sostituì Alberto Sordi nel compito di doppiaggio del duo comico.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.