Papa Francesco inaugura statua pro migranti a San Pietro

Papa Francesco ha inaugurato a San Pietro una statua a favore dei migranti: "Non possiamo rimanere insensibili, con il cuore anestetizzato, di fronte alla miseria di tanti innocenti".

Papa Francesco presenta statua migranti a Roma
Papa Francesco presenta statua migranti a Roma

Papa Francesco ha inaugurato a San Pietro una statua a favore dei migranti: “Non possiamo rimanere insensibili, con il cuore anestetizzato, di fronte alla miseria di tanti innocenti. Non possiamo non piangere“. E ancora: “La preoccupazione amorosa verso i meno privilegiati è presentata come un tratto distintivo del Dio di Israele. Ed è anche richiesta, come un dovere morale, a tutti coloro che vogliono appartenere al suo popolo”.

Statua pro migranti a San Pietro

Avere un’attenzione particolare verso i forestieri – continua Papa Francesco –. Come pure per le vedove, gli orfani e tutti gli scartati dei nostri giorni“. “Non si tratta solo” degli stranieri, continua. Ma di “tutti gli abitanti delle periferie esistenziali che, assieme ai migranti e ai rifugiati, sono vittime della cultura dello scarto“.

Statua pro migranti a Roma

Bergoglio ha poi ricordato come, nel libro dell’Esodo, Dio inviti il proprio popolo a “non maltrattare in alcun modo le vedove e gli orfani, perché Egli ascolta il loro grido. La ragione di tale monito è spiegata chiaramente nello stesso libro: il Dio di Israele è Colui ‘che fa giustizia all’orfano e alla vedova, che ama lo straniero e gli dà pane e vestito'”.

Per questo, dice, non si può non reagire “di fronte alla miseria di tanti innocenti. La grazia di piangere, il pianto che converte il cuore davanti a questi peccati”. Infine: “Non dimenticate l’ospitalità. Alcuni, praticandola, senza saperlo hanno accolto degli angeli”. La notizia, tra gli altri, è stata riportata da Il Giornale.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.