Test Medicina 2019, i risultati: sarà una valanga di ricorsi

I test di Medicina 2019 hanno dato vita in tutta Italia a diverse anomalie. Confulcesi ha parlato di quanto segnalato da diversi aspiranti medici.

Test Medicina 2019, pioggia di ricorsi

I test di ingresso per accedere alla Facoltà di Medicina (2019) saltano alla cronaca per i ricorsi in programma già prima dell’arrivo dei risultati. La denuncia è partita dal Consulcesi, nella persona di Massimo Tortorella. Il network si occupa della tutela dei medici e degli aspiranti. I risultati giungeranno a breve. A distanza di giorni, però, sono già tanti gli studenti che si sono rivolte a Consulcesi. I risultati sono stati in ogni caso pubblicati sul portale Universitaly «In oltre 20 anni di attività non avevamo mai registrato un numero così alto di segnalazioni. Si prospetta una valanga di ricorsi – afferma Tortorella – che genereranno una nuova ondata di accessi in sovrannumero alle Facoltà di Medicina in tutta Italia».

Test Medicina 2019, i risultati su Universitaly

Migliaia di aspiranti medici si sono rivolti al seguente sito per denunciare diversi casi. «Addirittura c’è stato qualche “veggente” che ha intuito almeno tre delle domande che sarebbero poi effettivamente uscite la mattina successiva. È evidente che qualcuno era già a conoscenza delle domande della prova». Sempre Consulcesi ha segnalato la notizia relativa a presunti acquisti di auricolari spia con tanto di microfoni e auricolare in Sicilia. A questi si aggiunge documenti falsificati a Roma mentre a L’Aquila «durante i test si è riuscito a copiare». Consulcesi ha parlato delle ore precedenti al test nelle auli su Google sarebbero stati cercati tre argomenti risultati materiale del test: si tratta di Khomeini, la crisi dei missili a Cuba e le cellule epiteliali.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.