Il pianista Ezio Bosso chiarisce: “Non mi sono ritirato”

Ezio Bosso è intervenuto al Festival del Levante di Bari e ha rivolto una preghiera ai suoi fans parlando della sua malattia

Ezio Bosso
Ezio Bosso

Ezio Bosso, il pianista affetto da una malattia degenerativa fin dal 2011, è intervenuto alla Fiera del Levante di Bari , e ha parlato ai suoi fans delle difficoltà che incontra nell’esecuzione musicale. “Se mi volete bene, smettete di chiedermi di mettermi al pianoforte e suonare“, ha detto, spiegando il perché di questa richiesta.

L’annuncio di Ezio Bosso

Non sapete la sofferenza che mi provoca tutto questo, perché non posso, ho due dita che non rispondono più bene e non posso dare abbastanza alla musica”, ha detto infatti. E ha anche avvisato il pubblico di cosa succederà in futuro, quando la malattia gli imporrà altri limiti fisici. “Quando saprò di non riuscire più a gestire l’orchestra smetterò anche di dirigere”, ha affermato Ezio Bosso, tra lo sgomento del pubblico. Nonostante questa sia, alla fine, la conseguenza prevedibile del suo male.

Le considerazioni sul talento

Ma Ezio Bosso, alla Fiera del Levante, è andato oltre alle considerazioni sulla sua malattia. Con quel suo modo di fare diretto, parla del talento, ma anche della disciplina che lo deve regolare. “A un certo punto, soprattutto chi ce l’ha il talento, lo deve dimenticare e fare spazio al lavoro quotidiano, alla disciplina”, spiega. Del resto, continua, “con la pazienza a tutte le eta’ si può imparare, perché se uno dedica del tempo alle cose, vengono”.

Il chiarimento

Ma su Facebook, Bosso ha poi chiarito, in merito a quanto era stato estrapolato dal suo discorso a Bari: “Ho solo risposto (come dovreste aver notato) che non faccio più concerti da solo al pianoforte perché lo farei peggio che mai e già prima ero scarso 🙂 cosa che avevo già annunciato 2 anni fa”. Sottilineando poi: “Ma continuo a fare musica e meglio di prima! Non mi sono ritirato”.

Ezio Bosso ha spiegato: “Sono felice di ciò che faccio tantissimo! Ma mi addolora quando si insiste col pianoforte perché non so dire di no, faccio molta fatica e non ho abbastanza qualità. Ma soprattutto perché non si vede la bellezza di altro, quello per cui lotto”. Per poi concludere: “Mi addolora che per quanto combatta contro le strumentalizzazioni, si scade sempre in quel pietismo sensazionalistico e queste cose si che mi farebbero ritirare davvero…”

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.