Scoperta una “Super Terra” a 31 anni luce: è potenzialmente abitabile

E' stata scoperta una "Super Terra" che fa parte di un sistema orbitante attorno alla stella nana Toi-270 insieme ad altri due pianeti

Scoperta Super Terra (foto Twitter Nasa)
Scoperta Super Terra (foto Twitter Nasa)

La Nasa ha dato l’annuncio della scoperta di una nuova “super Terra”, che si trova a “soli” 31 anni luce dal nostro Pianeta, ed è potenzialmente abitabile. In realtà la scoperta riguarda un intero sistema orbitante attorno ad una stella nana di classe spettrale M, quindi piccola e fredda. Il sistema, individuato dal “cacciatore”di esopianeti della Nasa TESS, si trova a 73 anni luce, nella costellazione Pictor. E’ costituito – per quello che si sa fino ad ora – da tre pianeti che orbitano attorno alla loro stella, che è grande circa un terzo del nostro Sole.

Il sistema che contiene la “super Terra” scoperta

Il sistema è chiamato Toi-270, e i tre pianeti impiegano rispettivamente 3.36, 5.66 e 11.38 giorni a ruotare attorno al loro sole. I tre esopianeti sono chiamati Toi-270b, Toi-270c e Toi-270d. Il sistema di osservazione dei transiti, da febbraio a oggi, è quello che ha permesso di rintracciarli. Toi-270b è il pianeta più vicino alla stella Toi-270. La Nasa ha riferito che è più grande della nostra Terra di circa il 22%, ma ha anche una temperatura molto maggiore. Si parla di qualcosa come 254 gradi. Toi-270c è il secondo pianeta, considerato subnettuniano perché grande circa la metà del Pianeta del nostro Sistema Solare. La sua massa, come spiega Repubblica è circa tre volte quella della Terra e raggiunge una temperatura di 127 gradi.

Toi-270d

Il più interessante però è il pianeta che si trova nella fascia più esterna, Toi-270d. E’ il più grande, perché ha una massa che è sei volte quella terrestre, ma è anche quello che ha la temperatura più bassa, “solo” 66 gradi. E se dovesse avere un’atmosfera densa, potrebbe esserci acqua allo stato liquido sulla sua superficie, spiega la coautrice della ricerca Diana Kossakowski. Il pianeta è solo a 31 anni luce dalla Terra, ma è comunque troppo caldo per ospitare la vita, anche se non si esclude la presenza di altri pianeti nel sistema Toi-270, magari più lontani, che abbiano altre condizioni climatiche.

Lo studio

La scoperta è stata coordinata dal Massachussetts Institute of Technology, ed lo studio è stato poi pubblicato su Astronomy & Astrophysics. Ma alla ricerca hanno partecipato anche due italiani, due ricercatori dell’Osservatorio astronomico amatoriale di Campo Catino. Si tratta di Giovanni Isopi e Franco Mallia. Mallia ha spiegato: “Le informazioni che abbiamo su questo sistema sono basate soltanto sulla fotometria: per ora sappiamo che la super Terra orbita troppo vicina alla sua stella per essere abitabile e che non dovrebbero esserci altri pianeti nel sistema”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.