Nasce “inParrocchia”, la nuova app dei parroci italiani

Vatican News lancia la notizia dello sviluppo di un'applicazione che "consente di seguire e gestire con lo smartphone le iniziative della propria parrocchia".

inParrocchia
inParrocchia

Un nuovo utente del web: è Dio, o meglio, la sua voce terrena. Una App molto particolare, si chiama inParrocchia ed è dedicata alle parrocchia italiane. Vatican News lancia la notizia dello sviluppo di un’applicazione che “consente di seguire e gestire con lo smartphone le iniziative della propria parrocchia”. A dare input tecnologico e polpa operativa all’iniziativa la Fondazione Terra Santa e Touchware.

Nasce “inParrocchia”

Andando nello specifico, si tratta di una app che fondamentalmente mette in contatto il mondo delle parrocchia, svecchiandolo da quel battage un po’ “primordiale” che ne ha costituito il pregio più grande e al contempo il limite più marcato, con gli utenti del web. Lo scopo è “conoscere tempestivamente tutte le iniziative della propria parrocchia, leggere il bollettino parrocchiale, ricevere gli avvisi in tempo reale, rimanere costantemente aggiornati sugli orari delle Messe e delle diverse celebrazioni dell’anno liturgico, partecipare alle chat dedicate alla vita della comunità”.

L’iniziativa viene definita come una “risorsa di comunione”, cioè “un vero canale di comunicazione creato su misura per le esigenze della parrocchia”. L’App è disponibile già da ieri su Google Play e su Apple Store. Il downloading è gratuito. Tecnicamente funziona così: un parroco aderisce al servizio attraverso il login sul sito inparrocchia.com e, da quel momento, potrà “caricare e rendere visibili a tutti i fedeli che avranno scaricato la App i contenuti specifici di quella parrocchia, attraverso l’accesso ad una piattaforma editoriale online dedicata. Tutto in modo semplice e intuitivo, garantiscono gli sviluppatori della App”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.